Giovedì, 02 Agosto 2012 16:33

Macauly Culkin come Michael Jackson?

Scritto da
Macauly Culkin Macauly Culkin

LOS ANGELES  - Macaulay Culkin,  l’ex bambino prodigio  di “Mamma ho perso l’aereo”,  cresciuto a Neverland e grande amico di Michael Jackson,  secondo il National Enquirer avrebbe una dipendenza da eroina talmente forte da «mettere a rischio la sua stessa vita».

Il magazine americano riporta che l’attore 31enne farebbe «uso regolare di eroina», cui alternerebbe dosi massicce di Oxycodone, un antidolorifico particolarmente potente. Una fonte ha inoltre rivelato che Culkin avrebbe trasformato il suo appartamento di Manhattan in una sorta di covo in cui si drogherebbe da solo o con gli amici.
Stando a quanto sostiene l’Enquirer, la dipendenza da droga dell’ex bimbo prodigio si sarebbe intensificata negli ultimi diciotto mesi, da quando cioè si è conclusa la relazione con la storica fidanzata Mila Kunis, da qualche mese avvistata al fianco di Ashton Kutcher: «Macaulay si è perso nel tunnel della droga, e la cosa lo sta uccidendo - ha detto una fonte vicina all’attore - Si circonda di drogati e criminali, e ha rischiato di morire per overdose. Va aiutato». Nonostante l’allarme e le recenti foto che ritraggono l’attore pallido e emaciato, lo staff di Culkin ha però negato categoricamente quanto sostenuto nell’articolo, bollando le affermazioni del magazine come «ridicole, false e offensive».
Il gossip racconta che l’ex bambino-prodigio non ha mai avuto vita facile. Michael Jackson ha più volte dichiarato di aver avuto in comune con Maccauly le problematiche di un’infanzia sfruttata per il lavoro, carente di giochi e delle necessità che sono di diritto all’infanzia.

Correlati

Cerca nel sito

300X300-MICHELANGELO - artemagazine.jpg

LAB.jpg

ITC.jpg

Opinioni

La guerra infuria: il virus occupa Disneyland, il festival di Cannes, la sala Ne…

La guerra infuria: il virus occupa Disneyland, il festival di Cannes, la sala Nervi in Vaticano

Il Covis19 si sta impossessando di tutto, in tutto il mondo. Disneyland, tempio del divertimento, chiuso da tempo per evitare assembramenti, è diventato un “centro covid”, dove al posto dei...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Ricerca. Le cellule cancerose vanno in letargo per sfuggire alla chemioterapia

Ricerca. Le cellule cancerose vanno in letargo per sfuggire alla chemioterapia

Le cellule cancerose sarebbero in grado di proteggersi in una sorta di letergo, quando sono minacciati dal trattamento chemioterapico. E' quanto emerso in una ricerca apparsa sulla rivista scientifica Cell. 

Sara De Leonardis - avatar Sara De Leonardis

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]