Domenica, 02 Febbraio 2014 18:52

Come prendere le rompiballe doc

Scritto da

ROMA - Quando conosciamo una donna la prima cosa che ci chiede è la sincerità. Come se noi uomini fossimi degli incalliti bugiardi incapaci di essere sinceri. Non so voi, ma io mi sento profondamente offeso da questa richiesta. Tuttavia, un fondo di verità c'è. Di solito questa richiesta perviene sempre dallo stesso tipo di donne: le rompicoglioni DOC.  

Quel tipo di donne alle quali se dici che stai in libreria a cercare un romanzo ti chiedono di dire loro, in pochi secondi, cinque titoli di autori stranieri completi di casa editrice, numero di pagine e prezzo di copertina. Dati che saranno annotati e verificati.  

Quel tipo di donne alle quali se dici che stai acquistando il liquido per il radiatore dell’auto ti chiedono di portargli lo scontrino per controllare l’ora di acquisto. Quel tipo di donne alle quali se dici che sei a parlare con un amico ti dicono "passamelo". Quel tipo di donne alle quali se dici che stai pisciando ti dicono di avvicinare il telefono allo scroscio.(!) 

Quel tipo di psicopatiche che ti fanno scontare tutte le stronzate che i precedenti compagni gli hanno rifilato, e non conta se sei un santo, se sei innamorato alla follia e glielo dimostri ogni nanosecondo del giorno e della notte, perché comunque non si fideranno. 

Mi raccomando, non chiedetegli mai cosa stavano facendo loro due sere prima fuori di casa alle cinque del mattino con le loro amiche ubriache, ninfomani e single. Come non permettevi di chiedergli chi è che invia messaggi alle due di notte sul loro cellulare, o perché vanno da sole a casa di amici ( amici che mai avete conosciuto e mai conoscerete) quando voi non siete disponibili.  Non chiedeteglielo, rischiereste la vita.

Quel tipo di donne che attribuiscono al povero cretino di turno (cretino perché ci si è messo insieme) tutto quello che le amiche e le amiche delle amiche hanno detto o sentito dire di negativo riguardo TUTTO il genere maschile. 

Come se loro non avessero occhi e orecchie per capire chi cavolo sia la persona che hanno vicino. E in effetti non hanno davvero occhi e orecchie, altrimenti non sarebbe così semplice… prenderle per il culo. 

Già, prenderle per il culo, perché è il solo modo per sopravvivere a questo tipo di donne: bisogna raccontare loro delle balle. Tanto se dicessimo la verità non ci crederebbero comunque. E, si sa, una balla è più verosimile di qualunque verità. Almeno per una donna.

Sam Stoner

Scrittore

Correlati

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Opinioni

Feltrinelli.“Gli inganni di Pandora” di Eva Cantarella. Recensione

L’origine delle discriminazioni di genere nella Grecia antica.

Alessandra Rinaldi - avatar Alessandra Rinaldi

Sinergie nella «Silicon Valley italiana». A Roma un nuovo «polo aggregativo» tr…

La Formazione Professionale incontra il mondo scolastico,  imprenditoriale, ecclesiale, sindacale e politico

Greta Crea - avatar Greta Crea

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]