Venerdì, 28 Marzo 2014 11:22

Ruby Rubacuori fa il 'botto'. Essere la nipote di Mubarak conviene

Scritto da

ROMA - La conturbante e graffiante Karima el Mahroug, alias Ruby Rubacuori, non più minorenne e nipote di Mubarak, ma donna e per di più mamma fa il cosiddetto “botto”. Infatti, dopo gli scandali che l’hanno coinvolta cono l’ex premier Silvio Berlusconi si scopre che la rampante giovanotta delle notti arcoriane vive tra Messico e Emirati Arabi.

E che vita. Da quanto si vocifera sulla stampa gossip, Karima avrebbe fatto investimenti immobiliari per milioni di euro. A Playa del Carmen avrebbe investito, ma anche a Dubai. Tutti soldi suoi si dice abbia confidato ad uno dei tanti intermediari assetati di fare affari con la giovane marocchina.

Insomma tutto sudore della sua fronte. Certo ne è passato di acqua sotto i ponti da quando ancora minorenne veniva rilasciata dalla Questura di Milano, senza documenti, facendola passare per la nipote di Mubarak. A questo punto viene da chiedersi se non lo fosse veramente, perché l’ex presidente egiziano qualche soldo oltre ad averlo portato nelle casseforti svizzere se l’era messo sotto il materasso. Ad ogni modo bisogna  ammettere che nella vita per sistemarsi definitivamente ci voglia veramente tanta, ma tanta fortuna, pardon “culo”.

Correlati

Cerca nel sito

300x300-picasso.gif

300x300haring.gif

LAB.jpg

ITC.jpg

unnamed.png

Opinioni

Dalla Casa di Cura Giovanni XXIII Monastier di Treviso l’innovazione per contr…

Dalla Casa di Cura Giovanni XXIII Monastier di Treviso l’innovazione per contrastare il Covid-19

Nei laboratori arrivano nuovi strumenti per il controllo e il monitoraggio del Coronavirus 

Alessandro Ambrosin - avatar Alessandro Ambrosin

L’estinzione della specie (con un pizzico di ottimismo)

L’estinzione della specie (con un pizzico di ottimismo)

“Ma forse sono io che faccio parte di una razza, in estinzione.” (G. Gaber) 

Alessio Pracanica - avatar Alessio Pracanica

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]