Sabato, 07 Maggio 2011 14:57

William e Kate. Ellie Goulding e la duchessa pasticcera. IL VIDEO

Scritto da

LONDRA - Un fotografo appostato per il suo quarto d’ora di celebrità e di dollaro ha immortalato in questi giorni la neo duchessa di Cambridge in una posa da comune mortale: Kate Middleton al supermercato spinge il carrello come una qualsiasi massaia. Mossa abile per dire “sono una come tutti voi, vogliatemi bene”: forse studiata  da chi cura l’immagine reale, forse voluta da Kate stessa per divertimento.

Già, perché tra una principessa casalinga e una casalinga di Voghera c’è una differenza sostanziale: la prima lo fa per gioco, la seconda per obbligo. Vero è che gli antenati di Kate erano gente poverissima: nel 1887 la regina Vittoria festeggiava il mezzo secolo del suo regno con un banchetto servito su vassoi d’oro e una parata per le strada di Londra su una carrozza d’oro – è storia non una favoletta – ma il trisnonno della signora Middleton Windsor vedeva morire i suoi figli per tubercolosi e incidenti in miniera. Se Kate è diventata principessa, da quel tempo ad ora nella piramide sociale c’è stata mobilità e ne siamo tutti contenti, ma la vita di una famiglia reale continua ad essere un privilegio senza merito.

Chissà se la duchessa di Cambridge al supermercato avrà comprato i “ Digestive” per fare al suo William la torta che  gli piace tanto. I Digestive, sono i più famosi biscotti britannici. Semi-dolci, devono il  nome al fatto che una volta erroneamente si credeva che, contenendo bicarbonato di soda, aiutassero la digestione. Nel 1830 venivano fatti a mano in Scozia, a Edimburgo, nel forno di Mac Vitie’s. Il figlio li produsse su vasta scale e nel 1892 nacque il marchio. La cosiddetta torta di William è fatta con questi biscotti e vari tipi di cioccolato, secondo la ricetta che vi diamo.


Ingredienti
•    cioccolato al latte: 400 gr
•    cioccolato fondente: 250 gr
•    cioccolato bianco: 200 gr
•    burro: 150 gr
•    golden syrup: 275 gr
•    biscotti digestive: quanto basta

Ricetta e preparazione


1    Prendere una pentola, mettere il cestello per la cottura a bagnomaria, aggiungere il burro e il golden syrup, farli sciogliere bene, aggiungere il cioccolato al latte, fondente e quello bianco e amalgamateli mescolando spesso.
2    Prendere una pirofila, mettere uno strato di biscotti tagliati in tre pezzi, poi coprire con la crema, fare un altro strato di biscotti e aggiungere la crema rimasta.
3    Coprire con la pellicola. Lasciare riposare in frigo per 2 ore.
4    Decorare, a piacere, con del topping al cioccolato.


In realtà i reali mangiano come mangiamo tutti noi. Maria Teresa d’Asburgo Lorena, morta nel 1780, imperatrice dell’impero Asburgico, pranzava soprattutto con verdura insieme a Van Swieten,  medico di corte.  Del banchetto della famiglia Windor dopo il matrimonio quasi nulla è trapelato.  Si sa che la festa era per poche centinaia di persone. Si sa che per cantare era stata scelta Ellie Goulding, vincitrice del “Sound of BBC del 2010”, il cui primo album “Lights” ha scalato le classifiche in Inghilterra. Si sa per certo che la Goulding  ha dedicato ai reali “Your song”, la cover di  Elton John.  “E’ stato un onore incredibile” – ha detto la cantante – “una serata che non dimenticherò mai”.   Onore che non toccò a un genio come Mozart, misconosciuto e mai ricevuto a corte dalla regina Maria Antonietta, che pure amava la musica. I reali sbagliano.



Your  song – Ellie Goulding

Bruna Alasia

Giornalista e scrittrice

Correlati

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Opinioni

Feltrinelli.“Gli inganni di Pandora” di Eva Cantarella. Recensione

L’origine delle discriminazioni di genere nella Grecia antica.

Alessandra Rinaldi - avatar Alessandra Rinaldi

Sinergie nella «Silicon Valley italiana». A Roma un nuovo «polo aggregativo» tr…

La Formazione Professionale incontra il mondo scolastico,  imprenditoriale, ecclesiale, sindacale e politico

Greta Crea - avatar Greta Crea

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]