Lunedì, 16 Settembre 2019 18:21

La giungla che arreda

Scritto da

I grandi spazi aperti si contraggono e regalano alla casa interni sconfinati, così nelle stanze entra intrigante la freschezza fiorita, green ed esotica. Il pattern tropicale stupisce, rigenera e fa tendenza sia che si tratti di un cuscino appoggiato allo schienale del divano o di una carta da parati che impreziosisce un angolo suggestivo. E questi sono solo alcuni dei dettagli che fanno del modello giungla il nuovo modo di pensare l’arredo urbano. 

Se ormai da un bel po’ di tempo fiori e piante finte avevano conquistato schiere di pollici “neri”, dimostrandosi sempre più realistiche, variegate e a manutenzione zero, negli ultimi tempi invece la tendenza alla crescente attenzione per l’ambiente e le campagne di sensibilizzazione all’ecologia, spingono sempre di più verso il mondo del verde naturale. 

Orti cittadini in terrazzo, per produzioni bio e a km 0, giardini verticali per aiutarci a “respirare” anche in città e che nascono sulle pareti esterne o interne dei palazzi.  Piante che rendono accogliente ogni stanza della casa e ci riavvicinano al mondo della natura anche con i loro profumi, distendendo la mente e facendosi apprezzare per l’autentica bellezza che sprigionano. 

La vastità dei grandi spazi esterni si riflette quindi negli interni domestici e ispira disegni, cataloghi, collezioni di designer e arredatori: dalla biancheria o al pannello appeso al muro

Produzioni che traggono una profonda ispirazione dalla natura e realizzano oggetti e complementi d’arredo audaci, dalla grafica sorprendente e caratterizzati da scelte sostenibili, ecosostenibili ed etiche.

Lenzuola, tende, biancheria per la tavola o il bagno, cuscini e tappeti per la zona living: tutto rigorosamente in tessuti naturali e totalmente realizzati a mano. I colori scelgono i toni caldi e le consistenze catturano al tatto per trasferirci in atmosfere che sognano ad occhi aperti un giardino balinese o una casa palafitta nella foresta tropicale. 

Connessioni inedite quelle che si creano fra interno ed esterno della casa, sempre più versatili e in grado di coniugare il design d’interni con quello degli arredi esterni per vivere una dimensione al passo con i tempi.

Una casa green, secondo gli esperti, ci aiuta a riconnetterci con noi stessi e col mondo esterno per farcelo sentire più vicino, ci sprona a prenderci cura di ciò che è intorno a noi, partendo anche dalle cose più piccole. La casa che fa bene agli occhi e al cuore, pensata come luogo emozionale in un nuovo modo di concepire l’abitare contemporaneo. 

Correlati

Cerca nel sito

300x300-picasso.gif

300x300haring.gif

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Opinioni

Università Sapienza. Nasce Techne e la gestione diventa ISO 9001

Il Dipartimento di Chimica e Tecnologia del Farmaco, l’espressione di una eccellenza tra ricerca e didattica dal respiro internazionale 

Alessandro Ambrosin - avatar Alessandro Ambrosin

L’artista dei musei

Enrico Meneghelli, The Picture Gallery in the Old Museum, 1879 (Museum of Fine Arts, Boston)  Nato nel 1853, italiano d’origine, Enrico Meneghelli emigrò negli Stati Uniti facendo di Boston e New...

Giulia Maria Wilkins - avatar Giulia Maria Wilkins

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]