Giovedì, 09 Febbraio 2012 09:41

Demi Moore ricoverata per dipendenza da farmaci e anoressia. Divieto assoluto di pesarsi

Scritto da

SALT LAKE CITY (USA)  -  Demi Moore è ricoverata da giorni in un centro di disintossicazione, il Cirque Lodge nello Utah, nel quale le è stato tassativamente vietato di pesarsi.


La nota attrice 49enne sta seguendo una riabilitazione per abuso e dipendenza da farmaci e anoressia e i medici che la seguono le hanno tassativamente vietato di monitorare il suo peso per tutto il periodo di degenza. «È una pratica comune non permettere ai pazienti che sono ricoverati per disordini alimentari di vedere quanto pesano quando salgono sulla bilancia», ha detto una fonte a  Radar online.  
«Il peso viene misurato tutti i giorni - ha proseguito - qualche volta anche più volte al giorno per assicurarsi che non perdano peso mentre seguono le cure. I pazienti non devono fissarsi sul loro peso». La clinica in cui la Moore verrebbe assistita è ben nota al mondo dello show business, prima di lei, anche Lindsay Lohan, Mary-Kate Olsen ed Eva Mendes sono state seguite dal Cirque Lodge. Si tratta «di un ambiente sicuro e controllato. Demi non viene né forzata, né punita se non vuole mangiare. Ha la migliore assistenza possibile con una squadra completa che si prende cura di lei».


Si prevede che l'attrice hollywoodiana debba seguire la riabilitazione presso il centro almeno per 60 giorni, periodo in cui le sarà impedito qualsiasi contatto con il mondo esterno, compreso incontrare i suoi figli, Scout 20 anni, Tallulah 16 e Rumer 23 anni, l'ex marito Bruce Willis e Ashton Kutcher. «Non le sarà permesso chiamare nessuno durante la prima settimana, tanto meno ricevere telefonate. Con il passare del tempo, se i medici valuteranno che sta procedendo nel modo giusto, le permetteranno di avere qualche momento al telefono».

Correlati

Cerca nel sito

300x300-picasso.gif

300x300haring.gif

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Opinioni

Covid-19. Il Coronavirus passerà all’orizzonte di una nuova consapevolezza

Covid-19. Il Coronavirus passerà all’orizzonte di una nuova consapevolezza

“Scusa la domanda principe della peste: dove te ne vai adesso?”Con questa domanda nel 1958 Mao Zedong concludeva una delle sue poesie, intitolata “Addio al dio della peste”.  Attraverso versi...

Carlotta Pompei - avatar Carlotta Pompei

Aiutiamo la ricerca italiana a sconfiggere il Coronavirus

Aiutiamo la ricerca italiana a sconfiggere il Coronavirus

Takis, azienda italiana di Castel Romano, è l'unica in Italia e la prima in Europa pronta a testare il suo vaccino Covid-19 su modelli  

Alessandro Ambrosin - avatar Alessandro Ambrosin

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]