Lunedì, 05 Marzo 2012 18:54

Kirsten Dunst. “Perso gatto di nome Tazzy”

Scritto da

LOS ANGELES -  Un bellissimo gattone bianco e grigio a pelo lungo, fotografato  sotto la scritta: “Perso gatto di nome Tazzy” tappezza gli alberi e gli angoli del quartiere di Los Angeles dove vive l’attrice Kirsten Dunst,  che ricordiamo ne “L’intervista col vampiro” e nel ruolo di “Maria Antonietta” nel film di Sofia Ford Coppola. 

Kirsten Dunst ha il cuore a pezzi. Da settimane il suo gatto Tazzy -  che si chiama come un personaggio famoso dei cartoons -  è scomparso senza lasciare traccia. Nulla sono valse le ricerche a tappeto nella zona di Los Angeles dove vive l'attrice. Sfortuna vuole che l'animale non portasse nemmeno un collare identificativo e questo potrebbe averlo farlo sembrare un gatto randagio: "Kirsten è a pezzi - ha confidato un amico al National Enquirer - per giorni ha tappezzato le vie vicino a casa con le immagini di Tazzy e si è fatta aiutare dal fidanzato Garrett Hedlund, ma tutti questi sforzi sono ancora senza esito”.

Correlati

Cerca nel sito

300X300-MICHELANGELO - artemagazine.jpg

LAB.jpg

ITC.jpg

Opinioni

La guerra infuria: il virus occupa Disneyland, il festival di Cannes, la sala Ne…

La guerra infuria: il virus occupa Disneyland, il festival di Cannes, la sala Nervi in Vaticano

Il Covis19 si sta impossessando di tutto, in tutto il mondo. Disneyland, tempio del divertimento, chiuso da tempo per evitare assembramenti, è diventato un “centro covid”, dove al posto dei...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Ricerca. Le cellule cancerose vanno in letargo per sfuggire alla chemioterapia

Ricerca. Le cellule cancerose vanno in letargo per sfuggire alla chemioterapia

Le cellule cancerose sarebbero in grado di proteggersi in una sorta di letergo, quando sono minacciati dal trattamento chemioterapico. E' quanto emerso in una ricerca apparsa sulla rivista scientifica Cell. 

Sara De Leonardis - avatar Sara De Leonardis

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]