Domenica, 20 Ottobre 2013 14:59

Io non temo

Scritto da @Sinidio

 

Ho sentito l’acciaio fremere all’odore acre

Del sangue mio, tuo, suo, nostro

Mai Loro.

Ho visto elmetti come parafanghi sul viso

Per coprire gli occhi dalle nostre grida

E urla e strazi e lacrime innocenti-

 

Non ha mai spremuto tante lacrime un’idea.

Ho sentito lo schiocco sordo di femori spezzati

E crani strusciare umidi sull’asfalto

E l’anima presa a calci dalla paura

Ma non fugge-

È più forte di Voi.

Ho visto donne ragazze nonne

Pestate- stipate- massacrate- 

come sacchi di carne macellata.

Ho nuotato nell’odore denso di sudore e vita e

preghiere e cori e manifesti e 

Giovani avanti

Qui non si molla!

Ma, Voi

Imperatori di regni del nulla di fumo e vento

Ricordate

Io non temo 

Un manganello, un ordine, una stanza fredda

Il calcio del fucile che mi spacca il labbro e

Le minacce di avvoltoi decerebrati e servi

Subdoli e viscidi 

di un Moloch malato. 

Io no temo

Sfratti botte schegge di furia 

Sul mio viso.

Io soffro e

Piango e 

Tremo e

Piango ma

Io non temo.

Io non desisto.

Io sarò qui, fino a che l’ultima sacra goccia di libertà

Non sarà spremuta col filo spinato dal mio

Corpo livido e pesto e nero.

Io non temo 

 Voi

Branchi di flaccidi burocrati erotomani

Pervertiti feticisti del denaro

In smoking Prada e Bmw

Egoisti come solo carogne randagie

Possono essere e

Servi dei servi dei servi e

Anime marce e putrefatte

Solo al vostro passaggio impettito

L’odore è nausea e vomito.

Io non temo

Perché io morirò 

Una volta sola.

 voi invece

siete già morti.

 

 

Cerca nel sito

300X300.jpg

Opinioni

Non solo coaching: da dove nascono le nostre scelte?

Come scegliamo? Una domanda semplice, ma la risposta come sarà? Altrettanto semplice?

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

La pensione statale forse è moribonda ed anche la regola del 4 per cento non sta…

La previdenza pubblica, la pensione statale, il celebre primo pilastro della previdenza individuale, minaccia sempre più di crollare, non tanto per un fallimento del nostro Paese quanto per la spinta...

Amerigo Rivieccio - avatar Amerigo Rivieccio

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011 Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077