Menu
Doit Festival. “Assolutamente deliziose”…  ed è vero

Doit Festival. “Assolutamente deliziose”… ed è vero

La storia squinternata di due cugine si trasforma in vicenda...

Teatro Quirino. “Puntila e il suo servo Mati” di B. Brecht. 4-9 aprile

Teatro Quirino. “Puntila e il suo servo Mati” di B. Brecht. 4-9 aprile

ROMA - Considerata una delle migliori commedie di Brecht, scritta...

Enrico Letta, l'eurottimista critico

Enrico Letta, l'eurottimista critico

Riflessioni sul nuovo libro di Enrico Letta e sul futuro...

Teatro Manzoni. “La notte della Tosca”. Da non perdere

Teatro Manzoni. “La notte della Tosca”. Da non perdere

“La notte della Tosca” è una tragicommedia intelligente sulla precarietà...

Articolo Uno fra memoria e futuro

Articolo Uno fra memoria e futuro

Un Tempio di Adriano listato virtualmente a lutto, uno Speranza...

Vendite di armi, poi aiuti miliardari. Le contraddizioni dei Paesi ricchi

Vendite di armi, poi aiuti miliardari. Le contraddizioni dei Paesi ricchi

I trasferimenti multimiliardari di armi all’Arabia Saudita da parte di...

SNGCI. Insieme all’Auditorium tutti gli Oscar italiani

SNGCI. Insieme all’Auditorium tutti gli Oscar italiani

Giuseppe Tornatore, Paolo Sorrentino, Nicola Piovani, Ennio Morricone, Roberto Benigni...

A Roma il 25 marzo scatta la protesta per uscire dall'euro

A Roma il 25 marzo scatta la protesta per uscire dall'euro

ROMA - Il 25 marzo 2017 ricorre il 60° anniversario...

Londra. Torna la calma dopo l'attentato, l'allerta rimane

Londra. Torna la calma dopo l'attentato, l'allerta rimane

LONDRA  - Solo nella mattina e' tornata una relativa calma...

Teatro Quirino. “La bella addormentata” del  magico Moscow State Ballet

Teatro Quirino. “La bella addormentata” del magico Moscow State Ballet

ROMA - È una di quelle arti che conservano un...

Prev Next

Argentina. La morte di Nisman scatena la piazza. LE FOTO

Argentina. La morte di Nisman scatena la piazza. LE FOTO

In migliaia manifestano al grido: "siamo tutti Nisman"

BUENOS AIRES (corrispondente) - La notizia della morte del procuratore Alberto Nisman in Argentina ha scatenato la rabbia della gente che si è riversata nelle strade principali marciando tra le grandi arterie di Buenos Aires per tutta la notte. Al grido di siamo tutti Nisman i manifestanti hanno voluto dissentire dalle voci che vogliono far credere al suicidio di Nisman. Le accuse sono tutte rivolte al presidente Cristina Fernandez Kirchner, accusata proprio dal procuratore per aver coperto il coinvolgimento dell'Iran nell'attentato a un centro ebraico nel 1994.

Le manifestazioni, convocate attraverso i social media, hanno visto migliaia di persone radunarsi a Plaza de Mayo e in altre zone di Buenos Aires, oltre a molte molte citta' come Mendoza, Salta, Cordoba e Santa Fe.
Con lo slogan "Yo soy Nisman" che fa il verso al "Je suis Charlie" di solidarieta' alle vittime della strage di Parigi, i manifestanti hanno urlato e battuto coperchi e pentole (i tradizionali "cacerolazos") per chiedere che sia fatta piena luce sulla morte di Nisman. Molto gettonato anche l'hashtag 19E (19 gennaio), dalla data del decesso del magistrato.
La Kirchner si trova sotto assedio dopo la morte sospetta di Nisman, anche se le indagini preliminari hanno riferito che la porta della stanza in cui e' stato trovato il magistrato era chiusa dall'interno ad avvalorare l'ipotesi di un suicidio.

VIDEO DI ALDO FEROCE

FOTO DI ALDO FEROCE

Torna in alto
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin 
Redazione +39 393 5048930 
Società editrice ARTNEWS srl, via dei Pastini 114, 00186 Roma
P.IVA e C.F. 12082801007
tel 06.83800205 - fax 06.83800208