Giovedì, 04 Ottobre 2012 12:22

Alcoa. Tre manifestazioni di interesse. Intanto nuova assemblea in fabbrica

Scritto da
Rate this item
(0 votes)

PORTOVESME (CARBONIA IGLESIAS) - In questo momento «sono in ballo tre manifestazioni di interesse» per lo stabilimento Alcoa di Portovesme.

È quanto ha affermato il sottosegretario allo Sviluppo economico, Claudio De Vincenti a margine di un convegno CGIL sull'energia. «Oltre a Klesch - ha detto - con cui sono iniziate le negoziazioni dirette con Alcoa, ci sono Kitegen e una importante impresa australiana».

Alcoa lascerà la fabbrica a fine anno e senza un nuovo acquirente 1.000 dipendenti, tra sito e indotto, andranno in cassa integrazione straordinaria.  Intanto dal 3 ottobre una settantina di interinali con contratti scaduti a fine settembre sono rimasti senza lavoro.

Grazie alla decisione presa ieri dalla Commissione Europea relativa al «rinnovo di tre anni della superinterrompilità», ovvero delle agevolazioni sulle tariffe energetiche nelle grandi Isole «siamo in rado di garantire un prezzo dell'energia in linea con l'Europa, anzi possiamo dire che è notevolmente inferiore rispetto a quello praticato per gli stabilimenti di alluminio in Germania, Olanda e Spagna».  Il sottosegretario allo Sviluppo economico Claudio De Vincenti ha giudicato «molto positiva» questa notizia arrivata da Bruxelles. «Possiamo offrire - ha proseguito - un prezzo assolutamente competitivo, intorno ai 35 euro/mwh a fronte dei 50 euro/mwh praticato in Germania, Olanda e Spagna».

Intanto oggi  si sta tenendo una nuova assemblea  da questa mattina a Portovesme. Il via libera da Bruxelles alla proroga fino al 2015 delle tariffe scontate per l'energia elettrica, che ha riacceso le speranze tra gli operai in lotta per evitare la chiusura della fabbrica che produce alluminio primario.

«Nel corso della riunione - anticipa Roberto Forresu, segretario generale della Fiom del Sulcis Iglesiente - saranno illustrati i risultati degli accordi che si sono svolti a Roma e si decideranno le altre iniziative da mettere in campo». Nella riunione con le maestranze - come aggiunge Stefano Lai, della Rsu Cub- «si discuterà anche di ammortizzatori sociali». Argomento da affrontare anche la decisione presa ieri dall'Unione Europa e il vertice di sabato mattina a Portovesme con i sindaci del territorio. A Roma, intanto, una delegazione formata da 25 lavoratori e delegati Rsu si recherà oggi davanti a Montecitorio, per chiedere un incontro con i rappresentanti delle istituzioni.

Read 1988 times

Correlati

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Musica. Note fuori le righe

I fiori di J.S. Bach

Preludi costruiti per presentare un tema noto in fuga, le toccate per organo di J.S.Bach sono vere e proprie “introduzioni” o “intonazioni” improvvisate, composte per il piacere di suonare a...

Paolo De Matthaeis - avatar Paolo De Matthaeis

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

Opinioni

Feltrinelli.“Gli inganni di Pandora” di Eva Cantarella. Recensione

L’origine delle discriminazioni di genere nella Grecia antica.

Alessandra Rinaldi - avatar Alessandra Rinaldi

Sinergie nella «Silicon Valley italiana». A Roma un nuovo «polo aggregativo» tr…

La Formazione Professionale incontra il mondo scolastico,  imprenditoriale, ecclesiale, sindacale e politico

Greta Crea - avatar Greta Crea

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]