Mercoledì, 10 Aprile 2013 13:57

Cgia. Le Banche, i prestiti sono aumentati solo alla P.A. e alle finanziarie

Scritto da

VENEZIA - Se famiglie e imprese sono sempre più in difficoltà, anche a seguito della forte contrazione dei prestiti bancari registrata in questo ultimo anno, la Pubblica Amministrazione (P.A.), invece,  continua a ricevere i soldi con grande facilità.


Un vero paradosso, sottolinea la CGIA, se si pensa che lo Stato poi non “brilla” per  la celerità con la quale paga i suoi creditori.

Secondo un’elaborazione dell’Ufficio studi della CGIA su dati della Banca d’Italia, nell’ultimo anno (febbraio 2013 su febbraio 2012) la variazione del credito erogato dalle banche alle Amministrazioni pubbliche è stata pari al +2,9% (di cui +4,9% all’Amministrazione centrale e -1,1% agli Enti locali ed agli Enti di previdenza). In termini assoluti gli impieghi erogati dalle banche al comparto pubblico sono aumentati di 7,58 miliardi, mentre tra le società non finanziarie e le famiglie produttrici (vale a dire le imprese) la variazione è stata del -3,4%.  In termini assoluti le aziende hanno subito una “stretta” pari a 34 miliardi di euro, mentre le famiglie italiane hanno patito una riduzione dei prestiti del -1%, che corrisponde ad un valore assoluto pari a -5,1 miliardi di euro.

Meglio della P.A. è andata solo alle istituzioni finanziarie che nel periodo considerato hanno visto crescere gli impieghi del 23,2% (pari a +44,25 miliardi di euro).

L’amarezza del segretario della CGIA, Giuseppe Bortolussi, è molto forte:
“Mentre le imprese private italiane non vengono pagate dalla nostra Pubblica amministrazione, il sistema creditizio  cosa fa ? Privilegia lo Stato centrale, mentre penalizza gli Enti locali e soprattutto le imprese. E’ utile ricordare che anche nel nostro Paese i posti di lavoro li creano le aziende private, soprattutto quelle di piccola dimensione. Se non le aiutiamo, difficilmente potremo evitare un ulteriore aumento della disoccupazione”.

La delusione della CGIA assume un tono ancor più preoccupante quando Bortolussi afferma:
“Se nell’ultimo anno solo la P.A. e le istituzioni finanziare hanno fruito di un aumento degli impieghi, ciò vuol dire che nel sistema c’è qualcosa che non va. E’ vero che sono in aumento le sofferenze e che l’incremento dei crediti alla Amministrazione potrebbe rimettere in moto gli investimenti, ma se poi lo Stato non paga, come purtroppo abbiamo constatato in questi ultimi anni, vuol dire che questi nodi  vanno assolutamente affrontati”.


 
(*) Società non finanziarie e famiglie produttrici.
(**) Istituzioni finanziarie diverse da banche (ad esempio società di finanziamento, SIM, società fiduciarie di gestione, SICAV, altro).

Correlati

Cerca nel sito

300x300-picasso.gif

Musica. Note fuori le righe

I fiori di J.S. Bach

Preludi costruiti per presentare un tema noto in fuga, le toccate per organo di J.S.Bach sono vere e proprie “introduzioni” o “intonazioni” improvvisate, composte per il piacere di suonare a...

Paolo De Matthaeis - avatar Paolo De Matthaeis

300x300haring.gif

LAB.jpg

ITC.jpg

unnamed.png

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

Opinioni

Il museo Bernabò Brea di Lipari, uno dei più ricchi e meno conosciuti musei de…

Il museo Bernabò Brea di Lipari, uno dei più ricchi e meno conosciuti musei del Mediterraneo. Foto

In molte persone, la parola Eolie evoca istintivamente immagini di mare azzurro e spiagge incontaminate. Pochi, tra le migliaia di turisti che arrivano ogni anno, conoscono il museo di Lipari...

Alessio Pracanica - avatar Alessio Pracanica

La bellezza ci salverà, scientificamente provato

La bellezza ci salverà, scientificamente provato

Studi scientifici dimostrano l’importanza delle arti per il benessere psico-fisico  

Sara De Leonardis - avatar Sara De Leonardis

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]