Giovedì, 14 Novembre 2013 20:33

Istat. Il Pil giù, siamo ancora in recessione

Scritto da

ROMA - Continua quella che sembra essere una caduta senza fine del Pil. Secondo i dati resi noti oggi dall’Istat il Pil del nostro Paese scende per il nono trimestre consecutivo. 27 mesi di fila col segno meno in cui si riesce comunque a trovare una nota positiva, il dato è infatti a meno 0,1 per cento e ci si attendeva meno 0,2.

Meno 1,9 per cento nei 12 mesi

Per l’Istat nel terzo trimestre del 2013 il prodotto interno lordo, corretto per gli effetti di calendario e destagionalizzato, è diminuito dello 0,1% rispetto al trimestre precedente e dell’1,9% nei confronti del terzo trimestre del 2012. 

Nerissimo il dato relativo alla variazione acquisita per il 2013 che è pari a -1,9%. Il Ministero dell’Economia conferma le sue previsioni per un 2013 a meno 1,8 per cento grazie alla ormai proverbiale ‘ripresina’ che Saccomanni vede per fine anno.

E l’estero?

Il nostro Paese si conferma ultima ruota del carro in termini di crescita, nel terzo trimestre del 2013 rispetto al trimestre precedente il PIL è aumentato dello 0,7% negli Stati Uniti e dello 0,8% nel Regno Unito. Rispetto allo stesso periodo dello scorso anno la crescita è stata dell’1,6% negli Stati Uniti e dell’1,5% nel Regno Unito. 

 

La Germania rallenta

 

L'economia tedesca nel terzo trimestre ha rallentato e secondo l'istituto federale di statistica (Destatis) il Pil è cresciuto dello 0,3% rispetto al trimestre precedente quando aveva messo a segno un incremento dello 0,7%. Il dato è comunque in linea con le attese degli analisti. Andamento simile all'Italia per l'economia francese, che nel terzo trimestre è scesa dello 0,1% rispetto ai tre mesi precedenti e contro la crescita dello 0,5% nel secondo periodo dell'anno. Deluse in questo caso le stime degli economisti, che erano per una crescita zero.  L'economia olandese è invece uscita dalla recessione nel terzo trimestre, con un incremento del pil dello 0,1% rispetto al trimestre precedente che mette fine a una serie di quattro trimestri di contrazione del Pil su base trimestrale. Il Pil su base annua è comunque in calo dello 0,6%. Stesso discorso per il Portogallo, che cresce dello 0,2% congiunturale tirandosi fuori dalle secche e cede comunque l'1% su base tendenziale.

 

Secondo le stime degli economisti Bce, il Pil dell'Eurozona dovrebbe concludere il 2013 con un calo dello 0,4% contro il precedente -0,6%, mentre il 2014 dovrebbe vedere una crescita dell'1%, dal precedente 0,9%. Secondo Eurostat, infine, anche nel terzo trimestre l'andamento dell'economia europea conferma il segno positivo, anche se frena rispetto al progresso registrato nel trimestre precedente: secondo la stima rapida il Pil è salito dello 0,1% nell'Eurozona e dello 0,2% nell'Ue a 28 paesi. Il confronto annuale resta negativo nell'Eurozona (-0,4%) e registra un miglioramento dello 0,1% nell'Ue.

Amerigo Rivieccio

Laureato in Economia Aziendale ed abilitato all'esercizio della professione di Promotore finanziario; dal 2001 sono contabile alla Camera dei deputati. Prima di approdare a Montecitorio sono stato ragioniere:
alla Presidenza del Consiglio; al Comune di Napoli; in una cava di inerti.
Ma sono stato anche Funzionario dell'Unione europea e arbitro nazionale di pallacanestro.

Correlati

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Musica. Note fuori le righe

I fiori di J.S. Bach

Preludi costruiti per presentare un tema noto in fuga, le toccate per organo di J.S.Bach sono vere e proprie “introduzioni” o “intonazioni” improvvisate, composte per il piacere di suonare a...

Paolo De Matthaeis - avatar Paolo De Matthaeis

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

Opinioni

"Più libri più liberi". I miei cinque giorni nella “Nuvola della spera…

ROMA - I numeri di "Più libri più liberi" – la Fiera Nazionale della Piccola e Media editoria, organizzata dall'Associazione Italiana Editori (AIE) e ospitata dal Roma convention center - La Nuvola...

Letizia Ghidini - avatar Letizia Ghidini

Feltrinelli.“Gli inganni di Pandora” di Eva Cantarella. Recensione

L’origine delle discriminazioni di genere nella Grecia antica.

Alessandra Rinaldi - avatar Alessandra Rinaldi

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]