Mercoledì, 22 Aprile 2015 16:40

25 Aprile e 1 maggio, sui territori la Filcams contro le aperture nel commercio Featured

Scritto da
Rate this item
(0 votes)

A pochi giorni da i due ponti laici più importanti del nostro paese, riprende il dibattito per le aperture commerciali nei giorni festivi

ROMA - Al valore, storico e sociale del 25 aprile, festa della Liberazione, e 1 del maggio, Festa del lavoro, viene contrapposto un esagerato consumismo, che secondo i sostenitori del sempre aperto, è indispensabile per il rilancio dell’economia. Nei territori è scontro tra istituzioni, sindacati e rappresentanti dei commercianti.

A Cesena il Sindaco Lucchi ha lanciato un appello per tenere chiusi i negozi nel giorno della Liberazione e riconoscerne il valore per la comunità. Appello lanciato anche dal comune di Forlì che ha invitato gli esercizi commerciali a restare chiusi, per scelta: “Liberiamo le feste e riempiamo i carrelli di Valori, chiudiamo i negozi e riapriamo le famiglie" 

A Savona è scontro per la decisione della Coop cittadina, di aprire il 25 aprile. “Coop Liguria ha deciso, uniformandosi alla logica della concorrenza e del mercato, di aprire le proprie strutture di vendita in quella che consideriamo una data di fondamentale importanza storica e morale, e che ricorda il sacrificio di donne e uomini per la nostra libertà” ha dichiara una nota della Filcams. Una scelta che seppur “legittimata da norme di legge che contrastiamo da tempo sperando vengano presto modificate e dal contesto economico, lascia francamente stupiti”.

A Modena, i sindacati del Commercio Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltcus Uil hanno proclamato lo sciopero per le giornate festive civili e religiose del 25 Aprile, 1° Maggio, 2 Giungo e 15 Agosto 2015 contro le liberalizzazioni degli orari commerciali; sciopero e astensione dal lavoro per i dipendenti del commercio della Toscana: nel giorno della Liberazione, si ricorda l’impegno e il sacrificio partigiano, “Ricordatevi di noi” è lo slogan del volantino diffuso “Non passate questa giornata in un supermercato”.

Saltato qualsiasi tentativo di accordo a Reggio Emilia, a causa dell’indisponibilità di alcune catene della grande distribuzione e le associazioni di categoria di includere tra le giornate di chiusura anche il 25 aprile e il 1 maggio.

“Il 25 aprile e il 1 maggio sono due giornate storicamente e socialmente importanti” afferma Maria Grazia Gabrielli, segretaria generale Filcams Cgil, la categoria che da anni ha avviato la campagna per la regolamentazione delle aperture domenicali e festive nel commercio, La Festa non Si vende, “Una lotta per i diritti dei lavoratori, per la conciliazione di tempi di vita e di lavoro per un modello di consumo diverso e sostenibile. Ma anche una battaglia per i valori, per il rispetto della nostra cultura, la nostra storia e le battaglie dei nostri predecessori, “conclude la segretaria, “Per mantenere viva la memoria, di chi prima di noi ha combattuto un'ideale, per la libertà e la dignità del lavoro”

Read 2124 times

Correlati

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Musica. Note fuori le righe

I fiori di J.S. Bach

Preludi costruiti per presentare un tema noto in fuga, le toccate per organo di J.S.Bach sono vere e proprie “introduzioni” o “intonazioni” improvvisate, composte per il piacere di suonare a...

Paolo De Matthaeis - avatar Paolo De Matthaeis

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

Opinioni

Sinergie nella «Silicon Valley italiana». A Roma un nuovo «polo aggregativo» tr…

La Formazione Professionale incontra il mondo scolastico,  imprenditoriale, ecclesiale, sindacale e politico

Greta Crea - avatar Greta Crea

"Le parole ribelli" di Susi Ciolella. Recensione

Strofe precise che pesano come pietre ma che trasudano di grande umanità. Sono quelle di Susi Ciolella che esce con il suo secondo libro di poesie, dal titolo “Le parole ribelli”...

Sara De Leonardis - avatar Sara De Leonardis

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]