Martedì, 17 Maggio 2011 18:02

Draghi alla guida della BCE. Da novembre un italiano al timone dell’Euro

Scritto da

ROMA - Tanto tuonò che piovve, era già da tempo che la candidatura di Mario Draghi alla guida della BCE rimbalzava in ogni angolo d’Europa giunge quindi senza particolari sorprese l’annuncio che l’attuale governatore di Banca d’Italia e' stato designato ieri sera a tarda ora dall'Eurogruppo ad occupare la poltrona di presidente della Bce in sostituzione di Jean Claude Trichet,con il lionese che dovrebbe portare fino al termine naturale il suo mandato,  in scadenza alla fine del prossimo mese di ottobre.


Quanto resta da fare per vedere Draghi all’Eurotower sono solo formalità, delicate e sempre insidiose ma formalità.
Oggi l'Ecofin, l'eurogruppo è infatti una riunione informale di mera preparazione e non può assumere decisioni con effetto giuridico, adotterà, ma con il voto dei soli paesi membri dell'unione monetaria, formalmente la designazione. La decisione politica finale sara' però presa dai capi di stato e di governo a fine giugno dopo i pareri dell'Europarlamento, quando Draghi risponderà ai quesiti, scritti e orali, che gli vorranno sottoporre i membri nel corso di un'audizione della commissione Affari economici e monetari, e del consiglio direttivo della stessa Bce che Draghi andrà a dirigere. A luglio sarà poi di nuovo il turno dell’Ecofin, ma sempre con i voti dei soli membri dell'Eurozona, che sancirà legalmente la decisione.
La questione politica che viene sollevata dalla candidatura di Draghi riguarda la rappresentanza francese all’interno del Board della BCE. L’Italia si troverebbe infatti ad essere sovra rappresentata, con Draghi alla presidenza e Bini Smaghi nella qualità di membro, mentre la Francia, una volta perso Trichet non avrebbe alcuna rappresentanza.


Ma mentre Lorenzo Bini Smaghi ieri ha ricordato come il suo mandato scada nel 2013, dicendosi intenzionato a portarlo a termine, il ministro delle Finanze francese Christine Lagarde ha ricordato come
al vertice bilaterale di Roma del 24 aprile tra Sarkozy e Berlusconi "era stato evocato il punto della partecipazione di un francese al board della Bce, possibilmente al posto di un italiano”. Per la rappresentante francese, infatti, “non è per niente logico avere nel Baord due membri della stessa nazionalità. E' logico, invece, che uno dei due, evidentemente non il presidente appena designato, lasci elegantemente il posto".
In effetti proprio Bini Smaghi è uno dei candidati più accreditati alla successione di Draghi come governatore di Bankitalia, e si potrebbe quindi delineare uno scambio con Bini Smaghi che libera una poltrona ad un rappresentante francese andando ad occupare quella ancora calda di Via Nazionale da cui si alzerebbe Draghi. Unico ostacolo a questa soluzione le altre candidature, alcune oggettivamente molto valide, alla sede di Via Nazionale

Amerigo Rivieccio

Laureato in Economia Aziendale ed abilitato all'esercizio della professione di Promotore finanziario; dal 2001 sono contabile alla Camera dei deputati. Prima di approdare a Montecitorio sono stato ragioniere:
alla Presidenza del Consiglio; al Comune di Napoli; in una cava di inerti.
Ma sono stato anche Funzionario dell'Unione europea e arbitro nazionale di pallacanestro.

Correlati

Cerca nel sito

Musica. Note fuori le righe

I fiori di J.S. Bach

Preludi costruiti per presentare un tema noto in fuga, le toccate per organo di J.S.Bach sono vere e proprie “introduzioni” o “intonazioni” improvvisate, composte per il piacere di suonare a...

Paolo De Matthaeis - avatar Paolo De Matthaeis

300X300-MICHELANGELO - artemagazine.jpg

LAB.jpg

ITC.jpg

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

Opinioni

La guerra infuria: il virus occupa Disneyland, il festival di Cannes, la sala Ne…

La guerra infuria: il virus occupa Disneyland, il festival di Cannes, la sala Nervi in Vaticano

Il Covis19 si sta impossessando di tutto, in tutto il mondo. Disneyland, tempio del divertimento, chiuso da tempo per evitare assembramenti, è diventato un “centro covid”, dove al posto dei...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Ricerca. Le cellule cancerose vanno in letargo per sfuggire alla chemioterapia

Ricerca. Le cellule cancerose vanno in letargo per sfuggire alla chemioterapia

Le cellule cancerose sarebbero in grado di proteggersi in una sorta di letergo, quando sono minacciati dal trattamento chemioterapico. E' quanto emerso in una ricerca apparsa sulla rivista scientifica Cell. 

Sara De Leonardis - avatar Sara De Leonardis

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]