Sabato, 18 Luglio 2015 08:00

Google da record: chiude poco sotto i 700 dollari ad azione

Scritto da

NEW YORK - Google da record a Wall Street: le azioni del colosso di Mountain View hanno superato i 700 dollari, prima di ridiscendere e chiudere a 699,62 dollari.

Il rally di Google è stato guidato dai conti trimestrali pubblicati giovedì sera dopo la chiusura del mercato. Le azioni di classe A sono arrivate a quota 703 dollari, aggiungendo 101,22 dollari, il + 17%. Si tratta del più grande balzo dal 18 aprile del 2008 e della terza crescita più alta di sempre.Facendo riferimento al prezzo di chiusura, il titolo ha aggiunto 97,84 dollari, aumentando il suo valore di mercato di 65 miliardi di dollari, toccando così quota 478 miliardi di dollari."Sono anni che Google non mette a segno un trimestre come questo", ha detto un analista di Jp Morgan. Escludendo le fluttuazioni monetarie infatti i ricavi di Mountain View sono cresciuti del 18% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente, e rispetto alla crescita del 17% del trimestre precedente. Google ha attribuito l'ottima performance alla crescita del giro d'affari del suo motore di ricerca, del settore mobile e di YouTube.

 

Correlati

Cerca nel sito

300X300.jpg

Coaching Cafè

Non solo coaching: da dove nascono le nostre scelte?

Come scegliamo? Una domanda semplice, ma la risposta come sarà? Altrettanto semplice?

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

Opinioni

Non solo coaching: da dove nascono le nostre scelte?

Come scegliamo? Una domanda semplice, ma la risposta come sarà? Altrettanto semplice?

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

La pensione statale forse è moribonda ed anche la regola del 4 per cento non sta…

La previdenza pubblica, la pensione statale, il celebre primo pilastro della previdenza individuale, minaccia sempre più di crollare, non tanto per un fallimento del nostro Paese quanto per la spinta...

Amerigo Rivieccio - avatar Amerigo Rivieccio

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011 Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077