Venerdì, 23 Marzo 2012 13:36

Tagli e Articolo 18. Consumi ancora in discesa

Scritto da
Rate this item
(4 votes)

ROMA - Continua la ovvia discesa dei consumi nel nostro Paese. Oggi l’Istat ha diffuso i dati sulle vendite al dettaglio che a gennaio fanno segnare una piccola risalita dopo due mesi consecutivi di tracollo con un più 0,7 per cento sul mese precedente.


In rosso invece il medesimo indice calcolato su un arco temporale anche appena più lungo. Nella media del trimestre novembre-gennaio 2012 l'indice è infatti diminuito dello 0,8% rispetto al trimestre precedente, grazie al già citato pessimo andamento dei mesi di novembre e dicembre 2011 Sull’anno invece l'indice grezzo del totale delle vendite fa segnare il nono calo consecutivo registrando, rispetto a gennaio 2011, un calo dello 0,8%.
A questo punto occorre davvero cominciare ad interrogarsi sui perché di quella che per i commercianti del nostro paese sta diventando una vera e propria emergenza, motivi che possono essere brevemente riepilogati in pochi punti.


I disoccupati hanno livelli bassi di consumi, e grazie anche alla politica ultrarigorista impostaci dall’Europa difficilmente i disoccupati diminuiranno.
Ad un livello inferiore di garanzie per il futuro corrispondono livelli inferiori di consumi e grazie ai pluri annunciati interventi sul mercato del lavoro che il nostro attuale esecutivo sta fortemente sponsorizzando ogni lavoratore italiano del settore privato si sente minacciato e sull’orlo del licenziamento. Medesimo discorso vale, dopo le precisazioni dei giorni scorsi, anche per i dipendenti pubblici.
Chiunque, pur non trovandosi in una delle situazioni predette ad esempio perché pensionato, abbia nella propria famiglia una persona che tende a ridurre i propri consumi per una delle ragioni predette sarà portato a ridurre anche i propri consumi per poter aiutare il congiunto in difficoltà, sempre che non senta in pericolo anche la propria pensione.
Ciò ovviamente peggiorerà la situazione e costringerà i nostri maestrini a raddoppiare gli sforzi, aumentare i tagli ed i risparmi ed aumentare l’elasticità del mondo del lavoro, peggiorando di nuovo la situazione.
Qualcuno li fermi e glielo faccia capire.

Read 2100 times
Amerigo Rivieccio

Laureato in Economia Aziendale ed abilitato all'esercizio della professione di Promotore finanziario; dal 2001 sono contabile alla Camera dei deputati. Prima di approdare a Montecitorio sono stato ragioniere:
alla Presidenza del Consiglio; al Comune di Napoli; in una cava di inerti.
Ma sono stato anche Funzionario dell'Unione europea e arbitro nazionale di pallacanestro.

Correlati

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Cerca nel sito

300x300-picasso.gif

Musica. Note fuori le righe

I fiori di J.S. Bach

Preludi costruiti per presentare un tema noto in fuga, le toccate per organo di J.S.Bach sono vere e proprie “introduzioni” o “intonazioni” improvvisate, composte per il piacere di suonare a...

Paolo De Matthaeis - avatar Paolo De Matthaeis

300x300haring.gif

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

Opinioni

L’artista dei musei

Enrico Meneghelli, The Picture Gallery in the Old Museum, 1879 (Museum of Fine Arts, Boston)  Nato nel 1853, italiano d’origine, Enrico Meneghelli emigrò negli Stati Uniti facendo di Boston e New...

Giulia Maria Wilkins - avatar Giulia Maria Wilkins

Farmaceutica. La filosofia “Lean transformation” è realtà

ITC Farma investe 5 milioni per una produzione di qualità   L’azienda farmaceutica pontina, leader a livello nazionale nel contract manufacturing, ha deciso di investire nel corso del 2020, altri 5...

Alessandro Ambrosin - avatar Alessandro Ambrosin

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]