Lunedì, 04 Luglio 2011 12:23

Informazione. Ultima chiamata. Incontro per contrastare l’emergenza editoria

Scritto da
Rate this item
(0 votes)

ROMA - L’informazione è un bene pubblico a rischio nel nostro Paese. La vicenda “P4”, col suo portato di trame affaristiche e paramassoniche, non è che l’ultimo colpo alla credibilità di un sistema stressato da stati di crisi senza progetti, dai molteplici conflitti di interesse, da un mercato asfittico e strozzato dai monopoli, dall’assalto di imprenditori improvvisati e senza strategie o con obiettivi inconfessabili,  penalizzato dal tragico ritardo sull’innovazione e dalla mancanza di ricerca e investimenti su nuovi prodotti, flagellato, infine, dall’invadenza della politica.


Non è cosa che riguardi soltanto la Rai, che pure è centrale nel tema del riassetto radiotelevisivo, è un problema che interessa l’intera editoria e che coinvolge anche altri poteri di controllo come la Magistratura.
Di fronte a questo vanno mobilitati tutti i soggetti istituzionali, i sindacati, le associazioni e i cittadini a sostegno di una pluralità di proposte. Non è più tempo di piccole correzioni o soluzioni transitorie. L’Associazione Stampa Romana ha perciò chiamato a raccolta vari soggetti, direttamente o indirettamente interessati, per formulare un “pacchetto riformatore” in grado di contrastare il declino industriale e la deriva antidemocratica che minaccia il diritto dei cittadini a essere correttamente informati.

HANNO FINORA ADERITO:
Lirio Abbate (Giornalista de L’Espresso), Paolo Butturini (segretario Asr), Giovanni Centrella (segretario generale Ugl), Claudio Di Berardino (segretario Cgil Lazio), Fulvio Fammoni (Comitato per la Libertà di Informazione), Alberto Manzini (segretario Slc Lazio), Roberto Natale (presidente Fnsi),  Luca Palamara (presidente Associazione Nazionale Magistrati), Luigi Scardaone (segretario Uil Lazio), Franco Siddi (segretario Fnsi), Bruno Tucci (presidente Ordine dei Giornalisti del Lazio), Carlo Verna (segretario Usigrai), Paolo Terrinoni (segretario generale Fistel-Cisl).

CONCLUDE
STEFANO RODOTA’

Martedì 5 luglio ore 11
Sala della Federazione Nazionale della Stampa
Corso Vittorio Emanuele II 349 (PRIMO PIANO)

Last modified on Lunedì, 04 Luglio 2011 12:25

Correlati

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Cerca nel sito

300X300.jpg

Cultura

Opinioni

Il quarto livello delle mafie

Dopo il  fallito attentato dell’ Addaura del 21 giugno 1989, Giovanni Falcone affermò testualmente: "Ci troviamo di fronte a menti raffinatissime che tentano di orientare certe azioni della mafia. Esistono...

Vincenzo Musacchio - avatar Vincenzo Musacchio

Negli “Esercizi di memoria” scopriamo chi ispirò Montalbano a Camilleri e molto …

Pirandello era fascista o antifascista? Dipende dai punti di vista.  Quando, nel dicembre 1936 morì nella sua casa romana, le ceneri vennero raccolte in un’anfora greca e depositata al cimitero...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011 Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 393 5048930 Società editrice ARTNEWS srl, via dei Pastini 114, 00186 Roma P.IVA e C.F. 12082801007 tel 06.83800205 - fax 06.83800208