Giovedì, 22 Settembre 2016 16:16

Roma 2024, Codacons: Pronti ad impugnare al Tar decisioni del Comune

Scritto da

ROMA - "Abbiamo chiesto un incontro urgente tra consiglieri comunali, Coni e Cio, prima del Consiglio comunale che dovrebbe ratificare il 'no' alla candidatura di Roma, volto ad un approfondito confronto sulle Olimpiadi, attraverso una analisi dei progetti presentati dal Codacons e dal Comitato promotore di Roma2024".

Lo scrive in una nota il presidente del Codacons, Carlo Rienzi. "Cio' non per far cambiare idea sui giochi olimpici all'amministrazione comunale, ma perche' qualsiasi decisione sia presa nella piena consapevolezza e sulla base di scelte ragionate e basate sulla documentazione prodotta. L'esperienza delle passate Olimpiadi e dei piu' recenti Mondiali di calcio e' e resta negativa, ma alla luce delle nuove regole fissate dal Cio e della tanto pubblicizzata capacita' del M5S di garantire il rispetto delle norme, i Consiglieri devono conoscere bene i termini della questione Olimpiadi prima di adottare qualsiasi decisione definitiva", aggiunge Rienzi. In caso contrario, il Codacons annuncia "gia' da ora un ricorso al Tar del Lazio contro qualsiasi delibera del Consiglio comunale che ritiri la candidatura di Roma senza aver prima valutato i progetti e ascoltato l'opinione dei romani, per carenza dell'obbligatoria partecipazione dei cittadini che potrebbe annullare le decisioni in materia”.

Correlati

Cerca nel sito

300X300.jpg

Cultura

Opinioni

Non solo coaching: da dove nascono le nostre scelte?

Come scegliamo? Una domanda semplice, ma la risposta come sarà? Altrettanto semplice?

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

La pensione statale forse è moribonda ed anche la regola del 4 per cento non sta…

La previdenza pubblica, la pensione statale, il celebre primo pilastro della previdenza individuale, minaccia sempre più di crollare, non tanto per un fallimento del nostro Paese quanto per la spinta...

Amerigo Rivieccio - avatar Amerigo Rivieccio

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011 Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077