Venerdì, 23 Settembre 2016 07:34

Cyberattacco a Yahoo!, rubati dati a 500 milioni di utenti

Scritto da
Rate this item
(0 votes)

Rubati i dati anche a Michelle Obama, la first lady 

NEW YORK - Un maxi cyberattacco con il quale sono rubati i dati di quasi la meta' degli utenti Yahoo! 

Yahoo! conferma di essere stata vittima di un attacco informatico di imponenti proporzioni e che, e' il sospetto, potrebbe essere stato condotto da un hacker sponsorizzato da uno Stato straniero. Un'ammissione che rischia di creare tensioni nella vendita di Yahoo! a Verizon. ''Lavoriamo con le autorita''' afferma Yahoo!, sottolineando che le indagini condotte non hanno rivelato la presenza di un ''attore esterno sponsorizzato da uno stato'' nelle rete della societa'. Il Consiglio Nazionale per la Sicurezza e la Casa Bianca sono a conoscenza dell'attacco hacker contro Yahoo!, che risulta maggiore di quanto inizialmente stimato. Negli ultimi tempi diverse societa' americane sono state vittime di attacchi hacker da parte di soggetti legati a governi stranieri, e i sospetti principali sono caduti su Russia e Cina

Vittima dei pirati informati anche la First lady Michelle Obama, il cui passaporto finisce online insieme e-mail personali di alcuni dipendenti della Casa Bianca che hanno lavorato con la campagna presidenziale di Hillary Clinton. Anche in questo caso si ipotizza l'azione di uno Stato straniero. Le autorita' seguono il caso Yahoo!, e indagano su quello che ha coinvolto Michelle, ultima vittima in ordine temporale di DC Leaks, il gruppo probabilmente legato ai servizi segreti russi. Il motore di ricerca conferma l'aggressione informatica nel 2014 e il furto di informazioni personali di 500 milioni di clienti sul miliardo totale della societa'.

Correlati

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Cerca nel sito

300X300.jpg

Cultura

Opinioni

Negli “Esercizi di memoria” scopriamo chi ispirò Montalbano a Camilleri e molto …

Pirandello era fascista o antifascista? Dipende dai punti di vista.  Quando, nel dicembre 1936 morì nella sua casa romana, le ceneri vennero raccolte in un’anfora greca e depositata al cimitero...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Dall'Austria un allarme da non sottovalutare

Chiunque conosca la biografia di Hitler sa che il futuro Führer non era tedesco bensì austriaco e sa anche che se c'erano due paesi in cui l'antisemitismo la faceva da...

Roberto Bertoni - avatar Roberto Bertoni

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011 Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 393 5048930 Società editrice ARTNEWS srl, via dei Pastini 114, 00186 Roma P.IVA e C.F. 12082801007 tel 06.83800205 - fax 06.83800208