Lunedì, 07 Novembre 2016 16:41

Ue: Grillo a Bruxelles per dire no a Cina come economia di mercato

Scritto da

ROMA - "Mercoledi' 9 novembre saro' a Bruxelles per partecipare alla manifestazione contro il 'Mes Cina'.

Entro l'11 dicembre 2016 l'Ue dovra' decidere se riconoscere alla Cina lo status di economia di mercato. Le implicazioni di una tale decisione sono enormi e dannose per i cittadini e le imprese europee". Lo scrive in un post sul blog il leader del M5S Beppe Grillo che sottolinea: "A rischio ci sono 415 mila posti di lavoro in Italia, 3 milioni in tutta Europa. Dobbiamo proteggere le nostre pmi da questa follia che potrebbe dare a migliaia di imprenditori il colpo di grazia. I prodotti cinesi sono artificialmente più concorrenziali dei nostri, perché la CINA non segue le logiche dell'economia di mercato: produce a prezzi più bassi grazie agli aiuti di Stato e a normative "allegre" in materia di diritti di lavoratori e di standard ambientali. Vi invito a raggiungermi e a unirvi a tutti noi". "Se non potrete essere lì, seguiteci nella diretta che verrà trasmessa qui sul blog e sulla pagina facebook del MoVimento 5 Stelle e usate l'hashtag #NoMesCina per esprimere la vostra vicinanza. Le rivoluzioni partono dai cittadini, i politici devono eseguire! Fatevi sentire", l'invito di Grillo agli attivisti.

Correlati

Cerca nel sito

300X300.jpg

Cultura

Opinioni

Non solo coaching: da dove nascono le nostre scelte?

Come scegliamo? Una domanda semplice, ma la risposta come sarà? Altrettanto semplice?

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

La pensione statale forse è moribonda ed anche la regola del 4 per cento non sta…

La previdenza pubblica, la pensione statale, il celebre primo pilastro della previdenza individuale, minaccia sempre più di crollare, non tanto per un fallimento del nostro Paese quanto per la spinta...

Amerigo Rivieccio - avatar Amerigo Rivieccio

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011 Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077