Sabato, 10 Dicembre 2016 08:57

Consultazioni, Salvini: Mille gazebo per andare subito al voto

Scritto da

ROMA - "Ho sentito Giorgia Meloni, con cui continuiamo a essere d'accordo su tutto.

E ho sentito Silvio Berlusconi. Gli ho ribadito la gigantesca necessità di andare al voto il prima possibile e lui è d'accordo. Così come mi ha confermato che un Renzi bis è impensabile. A quel punto gli ho chiesto se Forza Italia sarebbe disponibile qualora si dovesse andare in piazza. Mi ha detto 'noi ci siamo'". Così il leader della Lega Matteo Salvini in un'intervista. Poi il leader della Lega avvisa: "Se ci dicessero che si forma un governo guidato da Mister X che dura tre mesi, e il 9 marzo - giorno del mio compleanno - mi regalano finalmente le elezioni noi non faremmo le barricate. Ma qui c'è gente che vuole andare avanti per un anno e mezzo. Così diventa un problema di democrazia. Per questo noi il 17 e il 18 dicembre faremo gazebo in mille piazze per chiedere il voto subito"

"Il 17 sarò a Palermo e il 18 a Milano, vogliamo unire in questa richiesta tutta Italia - promette Salvini - Se ci dicono che si arriva a Pasqua e gli italiani a quel punto avranno un governo nato da elezioni, ci prepariamo. Ma se qualcuno a pensa a trascinare la situazione per 6, 8 o 15 mesi ha sbagliato a capire: e allora portiamo al Quirinale centomila persone". Sui 5 stelle: "Non fanno che dire 'al voto, al voto' e poi discutono? Penso sia irrispettoso nei confronti dei 32 milioni di italiani che si sono espressi". Sulla legge elettorale "non mi metto a discutere, il Pd in Parlamento ha la maggioranza assoluta, si prenda le sue responsabilità". Anche perché "Io so che se ci mettiamo a discutere di una nuova legge tra sei mesi saremo ancora qui. Che la Consulta abbia bisogno di un altro mese e mezzo, è una vergogna solo italiana. Altro che il Cnel, è la Consulta da rivedere. Io, poi, posso avere le mie preferenze, il modello con cui vengono eletti i governatori mi pare funzioni. O anche il Mattarellum".

Correlati

Cerca nel sito

300X300.jpg

Cultura

Opinioni

Il quarto livello delle mafie

Dopo il  fallito attentato dell’ Addaura del 21 giugno 1989, Giovanni Falcone affermò testualmente: "Ci troviamo di fronte a menti raffinatissime che tentano di orientare certe azioni della mafia. Esistono...

Vincenzo Musacchio - avatar Vincenzo Musacchio

Negli “Esercizi di memoria” scopriamo chi ispirò Montalbano a Camilleri e molto …

Pirandello era fascista o antifascista? Dipende dai punti di vista.  Quando, nel dicembre 1936 morì nella sua casa romana, le ceneri vennero raccolte in un’anfora greca e depositata al cimitero...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011 Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 393 5048930 Società editrice ARTNEWS srl, via dei Pastini 114, 00186 Roma P.IVA e C.F. 12082801007 tel 06.83800205 - fax 06.83800208