Domenica, 18 Dicembre 2016 10:18

Migranti. Appello di Mattarella: i paesi Ue facciano la loro parte

Scritto da

ROMA - "La Giornata internazionale dei migranti ricorda alla coscienza di ciascuno di noi quanto sia impegnativa l'applicazione dell'art. 1 della Dichiarazione Universale dei Diritti dell'Uomo adottata nel 1948: 'tutti gli esseri umani nascono liberi ed eguali in dignità e diritti'".

Lo ha scritto il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, in un messaggio diffuso per l'occasione. "Un principio ispiratore - ha proseguito il capo dello Stato - che deve continuare a indicare, all'intera comunità internazionale, la via da intraprendere. Le migrazioni sono un fenomeno che va affrontato, in maniera strutturale e condivisa, con l'intento di far fronte anzitutto ai drammi umanitari che le caratterizzano e di impegnarsi a rimuovere le cause che sono alla base dei flussi. Un approccio che necessita di una convinta unità di intenti a livello internazionale per raggiungere pace e stabilità". "Nell'ambito dell'Unione europea- ha osservato ancora Mattarella - è indispensabile che tutti i paesi membri - non solo quelli di primo ingresso come l'Italia - facciano la loro parte sulla base di quei valori di solidarietà ed integrazione su cui si fonda l'unione stessa. Ai migranti è richiesto di compiere lo sforzo di adattarsi ad un contesto anche molto diverso da quello delle società di origine". A giudizio del presidente Mattarella "l'Italia ha sempre mantenuto sul tema migratorio una posizione in linea con i valori fondanti del progetto di integrazione europea e continua a mettere in campo ogni sforzo per far fronte a un fenomeno che anche nel 2016 ha, purtroppo, causato troppe vittime. Ogni perdita umana è una ferita per l'umanità intera e a questo - ha concluso - dobbiamo rivolgere il nostro pensiero, costruendo reti di solidarietà rispettose dei diritti delle persone migranti".  

Correlati

labo.jpg

Cerca nel sito

300x300.gif

300x300_canaletto_2.jpg

 

 

300x300.gif

Cultura

Opinioni

La Grecia e la sua ammissione tardiva al QE. Due soluzioni possibili

Cominciamo con una precisazione estremamente importante. Il recente annuncio di Mario Draghi riguarda la fine del Quantitative easing da parte della BCE entro la fine di quest’anno. La BCE quindi...

Amerigo Rivieccio - avatar Amerigo Rivieccio

Non solo coaching: Quando guardi ad una situazione a cosa osservi?

Tutti ci siamo trovati in una situazione in cui tutto sembra prendere una direzione chiara a noi stessi, o ad avere una spiegazione per noi logica e ben delineata. In...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011 Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077