Venerdì, 05 Maggio 2017 19:31

Incendio Pontina: Codacons, pronti a class action

Scritto da

ROMA - "Dopo la denuncia in Procura del Codacons per inquinamento ambientale a seguito del grave incendio scoppiato oggi sulla Pontina, l'associazione ha avviato le pratiche per una azione risarcitoria collettiva a tutela della popolazione coinvolta nell'incidente".

Lo afferma il Codascons. "Non ci sono dubbi sul fatto che i cittadini abbiano subito danni e disagi immensi a causa del rogo odierno - spiega il presidente Carlo Rienzi - Migliaia di automobili imbottigliate su via Pontina, case, uffici e aziende evacuati, attivita' interrotte, e i residenti di 21 comuni costretti a tenere le finestre chiuse. Tutto cio', mentre ancora non si conoscono le conseguenze dell'incendio sul fronte ambientale e sanitario. Quanto basta per intentare una mega azione risarcitoria da parte di tutti coloro che sono stati coinvolti nell'incidente odierno. In tal senso il Codacons ha deciso di attivarsi mettendo i propri uffici a disposizione di privati cittadini, attivita' commerciali, uffici e aziende, che intendano procedere per ottenere il giusto risarcimento in qualita' di soggetti danneggiati dall'incendio, anche in considerazione dei potenziali rischi sanitari corsi - prosegue Rienzi - Una azione risarcitoria collettiva che sara' intentata contro i responsabili del rogo che verranno accertati dalla magistratura, e contro enti pubblici o istituzioni nel caso in cui dovessero emergere omissioni o negligenze sul fronte della sicurezza e dei controlli.  

Correlati

labo.jpg

Cerca nel sito

WEB_300X300.jpg

Cultura

Opinioni

Morire come un insetto

La vita media nei paesi sviluppati si è allungata. Per quelli che vivono in Europa o negli Stati Uniti d’America o in Giappone, raggiungere la terza età e oltre è...

C.Alessandro Mauceri - avatar C.Alessandro Mauceri

Storia: Cinquant’anni fa l’offensiva del Tet

Nel gennaio del 1968 con l’attacco comunista al sud gli Usa capirono che la guerra in Vietnam non poteva essere vinta. “Il Vietnam è ancora dentro di noi. Ha creato dei...

Alessandro Ceccarelli - avatar Alessandro Ceccarelli

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011 Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077