Mercoledì, 19 Luglio 2017 15:14

Ozonoterapia in Medicina Estetica. A colloquio con la dott.ssa Gatti Featured

Scritto da
Rate this item
(0 votes)

La dott.ssa Margherita Gatti è un medico chirurgo specializzato in Medicina Nucleare, per una decina di anni ha lavorato presso l’Istituto Oncologico Europeo (IEO) e presso il Centro Diagnostico Italiano (CDI). Dopo aver conseguito il master di ozonoterapia all’Università di Pavia e altri corsi monotematici in medicina estetica, si è specializzata in Ossigeno Ozono Terapia.

“L’ozono è un gas dalle numerose proprietà e molteplici funzioni – spiega la dott.ssa Gatti – con il quale si possono trattare efficacemente le patologie dell’apparato muscolo scheletrico, con il 98% di successo sulle ernie, oltre che a rallentare il decorso di alcune patologie neurodegenerative, come la sclerosi multipla, Alzheimer e Demenza Senile Precoce; inoltre nei tumori l’ozono è efficace nel ridurre i disagi della chemio e radioterapia e potenziarne gli effetti”.

Per il ringiovanimento del viso, collo e decolleté l’ozonoterapia viene utilizzata tramite micro infiltrazioni di ossigeno ozono, per un effetto elasticizzante e tonificante. “Le cellule si rigenerano, la pelle diventa più luminosa e tonica, grazie alla produzione di collagene endogeno, migliorando il microcircolo e contrastando gli effetti dell’invecchiamento. Consigliato al termine di ogni trattamento, l’applicazione della crema idratante OzoCream, per prolungarne i benefici. Le sedute secondo il protocollo SIOOT sono di una ogni 2 settimane, per un totale di 6 sedute”. Aggiunge la specialista: “Tra i trattamenti maggiormente richiesti in primavera-estate, c’è quello per la lipodistrofia o cellulite, che grazie all’ozonoterapia si riduce notevolmente, scindendo gli acidi lunghi grassi, riattivando il microcircolo e quindi eliminando la ritenzione idrica. Le sedute necessarie vanno da un minimo di 10 a un massimo di 20, a seconda dello stato della paziente”. 

Con l’ozonoterapia si riescono a trattare in maniera definitiva anche i capillari grazie ad un innovativo sistema: Air Block Flash Ozone, brevettato dal prof. Marianno Franzini, Presidente della SIOOT, la Società di Ossigeno Ozono Terapia. Illustra così la tecnica, la dott.ssa Gatti, che collabora a stretto contatto con il Prof. Franzini, presso la Clinica Comunian, a Gorle in via Roma 77. “Con questa metodo si può risolvere una volta per tutte l’antiestetico problema dei capillari: piccole striature venose di colore rossastro o bluastro che si formano prevalentemente sulle gambe, cosce, caviglie e a volte anche sul viso senza effetti collaterali. Al termine della seduta viene poi applicato il gel Ozoven, un trattamento effettuabile fino a primavera, esclusi i mesi caldi: il numero di sedute può variare da 3 a 15 secondo l’entità del problema”.

Sottolinea la dott.ssa Gatti come l’efficacia di ogni trattamento venga potenziata dall’Acqua di Lunga Vita, acqua iper-ozonizzata utile per favorire l’eubiosi intestinale, il benessere della pelle (risulta più luminosa ed elastica) e contrastare la formazione della cellulite, favorendo il ritorno veno-linfatico. L’acqua iper-ozonizzata viene generata al momento dall’apparecchio OM3 di Multiossigen, per non disperderne l’efficacia: la dose consigliata è di circa 5 bicchieri al giorno per un effetto depurativo, salutare e detossinante e per prevenire alcune patologie neurodegenerative, che hanno origine da uno squilibrio della flora intestinale.

Correlati

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Cerca nel sito

300X300.jpg

Cultura

Opinioni

Non solo coaching: da dove nascono le nostre scelte?

Come scegliamo? Una domanda semplice, ma la risposta come sarà? Altrettanto semplice?

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

La pensione statale forse è moribonda ed anche la regola del 4 per cento non sta…

La previdenza pubblica, la pensione statale, il celebre primo pilastro della previdenza individuale, minaccia sempre più di crollare, non tanto per un fallimento del nostro Paese quanto per la spinta...

Amerigo Rivieccio - avatar Amerigo Rivieccio

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011 Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077