ITALIA
C.Alessandro Mauceri

C.Alessandro Mauceri

Le reali vicende del MPS e della Deutsche hanno richiamato l’attenzione su un problema ormai atavico: il credito bancario. Da secoli le banche concedono prestiti ai propri clienti in cambio di un corrispettivo.

Ogni tanto qualche organizzazione ci fa notare che facciamo troppo poco per tutelare i minori.

Quando si cita il termine “incomprimibile” di solito si pensa ad un oggetto solido, ad un manufatto. Invece, recentemente si è parlato di in comprimibilità per qualcosa che è astratto ma non per  questo meno importante. Anzi.

ROMA - Quando si parla di inquinamento, quasi sempre si da la colpa dello stato dell’aria che respiriamo e dell’acqua che beviamo alle industrie e ai trasporti (e, ma solo in minima parte, all’agricoltura). Pochi puntano il dito contro la vita di tutti i giorni o contro le abitudini alimentari. 

Alla fine ci sono riusciti: a pagare per la cattiva gestione di  quelle che, in ultima analisi, sono delle imprese private saranno i cittadini. Inutili gli ultimatum dei vertici del MPS ai propri obbligazionisti affinché trasformassero i propri titoli in azioni (accollandosi in questo modo i rischi). 

Venerdì, 23 Dicembre 2016 18:35

Attenti al riso, di plastica

ROMA - Qualche mese fa il Consiglio d’Europa ha inserito nel “novel food” una semplificazione delle procedure di autorizzazione dei nuovi alimenti e ha deciso che possono essere considerati “alimenti” anche quelli basati su colture cellulari e tessuti, su nuovi nanomateriali e con coloranti. Furono in molti (e noi tra loro) a lanciare l’allarme che questa decisione avrebbe comportato un serio rischio di trovare nelle confezioni di alimenti comuni cibi artificiali senza conoscere le conseguenze per la salute dei consumatori. 

Ormai dovrebbe essere chiaro: nel mondo ci sono sempre meno diversità. Anche nel campo della finanza è così. Qualche anno fa, in Italia, si parlò di eliminare i tagli più grossi  delle banconote con la motivazione  ufficiale che sarebbe servito a ridurre l’evasione fiscale.

Pesante attacco di Amnesty International nei confronti delle multinazionali che producono e utilizzano olio di palma. A finire nel mirino di Amnesty non sono state le conseguenze dell’uso di questo prodotto in molti alimenti, ma lo sfruttamento dei lavoratori nelle piantagioni in cui lo si produce.

Giovedì, 01 Dicembre 2016 18:24

Arabia saudita: l'ombra delle crisi economica

Che l’economia dei paesi arabi (e non solo) fosse legata al prezzo del petrolio non è una novità.

Un’iniziativa che dovrebbe avere lo scopo di sensibilizzare la popolazione e di favorire la valorizzazione e la tutela dell’ambiente e del patrimonio arboreo e dei boschi, di promuovere politiche di riduzione delle emissioni, la prevenzione del dissesto idrogeologico e la protezione del suolo, il miglioramento della qualità dell’aria, la valorizzazione delle tradizioni legate all'albero nella cultura italiana e la vivibilità degli insediamenti urbani.

labo.jpg

Cerca nel sito

300x300.gif

300x300_canaletto_2.jpg

 

 

300x300.gif

Cultura

Opinioni

La Grecia e la sua ammissione tardiva al QE. Due soluzioni possibili

Cominciamo con una precisazione estremamente importante. Il recente annuncio di Mario Draghi riguarda la fine del Quantitative easing da parte della BCE entro la fine di quest’anno. La BCE quindi...

Amerigo Rivieccio - avatar Amerigo Rivieccio

Non solo coaching: Quando guardi ad una situazione a cosa osservi?

Tutti ci siamo trovati in una situazione in cui tutto sembra prendere una direzione chiara a noi stessi, o ad avere una spiegazione per noi logica e ben delineata. In...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011 Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077