Mercoledì, 19 Luglio 2017 15:15

Clima: 2017, l'anno più caldo del pianeta Featured

Scritto da
Rate this item
(0 votes)

Il 2017 è il secondo anno piu’ caldo del pianeta con la temperatura sulla superficie della terra e degli oceani, addirittura superiore di 0,91 gradi rispetto alla media del ventesimo secolo.

E' quanto emerge dalle elaborazioni Coldiretti sugli ultimi dati relativi al primo semestre della banca dati Noaa, il National Climatic Data Centre che registra le temperature mondiali dal 1880. Un risultato determinato dal fatto che - sottolinea la Coldiretti - dall’inizio dell’anno ogni mese si è classificato sul podio del piu’ caldo da 138 anni. Il 2017 - continua la Coldiretti - si è aperto infatti con il mese di gennaio che si è classificato a livello globale come il terzo piu’ caldo dall’inizio delle rilevazioni con febbraio, marzo, aprile e maggio che si sono invece classificati tutti al secondo posto mentre giugno è al terzo posto. Si tratta della conferma della tendenza al surriscaldamento del pianeta dopo che nel ventunesimo le temperature annuali - rileva la Coldiretti - hanno fatto segnare per ben cinque volte il record (2005, 2010, 2014 e 2015 e 2016). 

Le anomalie - sottolinea la Coldiretti - sono evidenti anche in Italia dove la primavera 2017, dal punto di vista meteorologico, è stata la seconda più calda dal 1800, con +1,9 gradi ma a giugno lo scarto è stato addirittura di +3,2 gradi, secondo il Cnr. Se il 2015 è stato in Italia l’anno più bollente della storia dall’inizio delle rilevazioni nel 1800 nella classifica degli anni piu’ caldi in Italia ci sono nell’ordine il 2014, il 2003, il 2016, il 2007, il 2012, 2001, poi il 1994, 2009, 2011 e il 2000.   Gli effetti dell’andamento climatico anomalo di quest’anno - afferma la Coldiretti - si fanno sentire in campagna con circa 2 miliardi di perdite provocate alle coltivazioni e agli allevamenti, tra siccita’, incendi e violenti temporali che si sono abbattuti a macchia di leopardo lungo la Penisola.  

Una fotografia, quella scattata dalla Coldiretti, che conferma l’importanza dell’accordo siglato alla Conferenza sul clima di Parigi, ora messo in preoccupante discussione. L'agricoltura è l’attività economica che più di tutte le altre vive quotidianamente le conseguenze dei cambiamenti climatici ma è anche il settore più impegnato per contrastarli"  ha affermato il presidente della Coldiretti Roberto Moncalvo nel sottolineare "si tratta però di una sfida per tutti che può essere vinta solo se si afferma un nuovo modello di sviluppo più attento alla gestione delle risorse naturali e con stili di vita più rispettosi dell'ambiente nei consumi, a partire dalla tavola.

Correlati

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

labo.jpg

Cerca nel sito

300x300.gif

300x300_canaletto_2.jpg

 

 

300x300.gif

Festival di Cannes

Cannes 71. La relatività dei premi

CANNES (nostro inviato) -  Il festival di Cannes è finito, le palme sono state assegnate. Gli autori che si affacciano alla ribalta identificati. Un festival è sempre un momento importante...

Bruna Alasia - avatar Bruna Alasia

Cultura

Opinioni

La plastica: arte per i Beni Culturali

La plastica, uno dei flagelli del nostro tempo, merita di essere vista anche dall’altra parte della medaglia. Gli oggetti di plastica finalizzati al benessere dell’umanità sono innumerevoli, come pure i...

Luigi Campanella - avatar Luigi Campanella

La Grecia e la sua ammissione tardiva al QE. Due soluzioni possibili

Cominciamo con una precisazione estremamente importante. Il recente annuncio di Mario Draghi riguarda la fine del Quantitative easing da parte della BCE entro la fine di quest’anno. La BCE quindi...

Amerigo Rivieccio - avatar Amerigo Rivieccio

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011 Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077