Menu
Journées du Livre Européen . A Parigi arriva “Sette storie per fare la cacca”

Journées du Livre Européen . A Parigi arriva “Sette storie per fare la cacca”

PARIS –Dans le cadre des Journées du Livre Européen et Méditerranéen. 

Teatro Marconi. “Per sempre malgrado tutto”. Recensione

Teatro Marconi. “Per sempre malgrado tutto”. Recensione

Un atto unico di settanta minuti che volano via veloci.Ognuno...

Corea del Nord: una scia di velenI

Corea del Nord: una scia di velenI

PYONGYANG - Arma favorita degli intrighi di corte del passato,...

Sciopero Alitalia. In otto anni il terzo fallimento. VIDEO

Sciopero Alitalia. In otto anni il terzo fallimento. VIDEO

L’Alitalia punta a ridurre nuovamente i costi e tagliare il...

Scissione PD: Emiliano, è anche rottura nei rapporti umani

Scissione PD: Emiliano, è anche rottura nei rapporti umani

ROMA - Si va via " normalmente per una somma...

Usa: Trump contro i transgender

Usa: Trump contro i transgender

Revocate le linee guida che consentono  di utilizzare i bagni...

Teatro Palladium. “Il pellicano”,  un mondo in frantumi. Recensione

Teatro Palladium. “Il pellicano”, un mondo in frantumi. Recensione

C’è qualcosa di sorprendentemente contemporaneo nella dimensione drammatica de Il...

Il Mondo volta le spalle ai diritti umani

Il Mondo volta le spalle ai diritti umani

ROMA - Nel 2017 le crisi in corso peggioreranno a...

Trump: nuove linee guida contro l'immigrazione clandestina

Trump: nuove linee guida contro l'immigrazione clandestina

NEW YORK - Il dipartimento della Sicurezza interna Usa ha...

Scissione Pd. Oggi la resa dei conti

Scissione Pd. Oggi la resa dei conti

ROMA - Dopo il confronto di domenica in assemblea, il...

Prev Next

Terrorismo: 200 munizioni da guerra intercettate a Malpensa

Terrorismo: 200 munizioni da guerra intercettate a Malpensa

MILANO - La Guardia di finanza a Malpensa e l'Agenzia delle Dogane hanno intercettato una spedizione postale proveniente dal Messico e diretta in Papua Nuova Guinea che occultava 200 proiettili per armi da guerra.

Le munizioni erano dentro uno stereo portatile economico usato, il cui valore era sicuramente inferiore ai costi di spedizione. Dentro c'erano 200 proiettili calibro 5,56 Nato, comunemente usati per fucili d'assalto e mitragliatori. A rendere particolarmente interessante, sotto il profilo investigativo, è risultata la tratta seguita dalla spedizione intercettata: il materiale proveniva da Tijuana (Messico), cittadina tra le più pericolose al mondo in cui operano cartelli del narcotraffico, nonché varie cellule terroristiche internazionali le quali, sembrerebbero avere instaurato collaborazioni strategiche con diversi cartelli della droga nell'ambito del crescente fenomeno del "narcoterrorismo".

Secondo quanto emerso dalle prime indagini, un altro particolare di interesse è rappresentato dal luogo di destinazione della spedizione, Manus Island, (Papua Nuova Guinea). In questa località sorge infatti un importante centro di accoglienza per profughi e rifugiati richiedenti asilo. "Tra l'altro - spiega la Gdf - la Nuova Guinea ultimamente è stata sconsigliata dal Ministero degli Esteri quale meta per viaggi e turismo a causa dell'elevato tasso di criminalità nonché in quanto limitrofa all'Indonesia, Stato più volte oggetto di attentati terroristici". 

Torna in alto
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin 
Redazione +39 393 5048930 
Società editrice ARTNEWS srl, via dei Pastini 114, 00186 Roma
P.IVA e C.F. 12082801007
tel 06.83800205 - fax 06.83800208