ROMA - In Afghanistan, Iraq, Siria e Libia a combattere il Califfo e intanto affari miliardari con i suoi emiri protettori.

Published in Inchiesta

 

MESSINA - Nuova e pericolosa escalation militare italiana in Corno d’Africa. Secondo quanto pubblicato dalla rivista specializzata Analisi difesa, meno di un mese fa due velivoli-spia a pilotaggio remoto del 32° Stormo dell’Aeronautica militare, di stanza ad Amendola (Foggia), sarebbero stati schierati a Gibuti nell’ambito della missione antipirateria dell’Unione Europea “Atalanta”.

Published in Fatti & Opinioni

Cgil Cisl Uil: “Salvaguardare i lavoratori in servizio. Si aprano i tavoli per la discussione di merito”

Published in Lavoro

MESSINA - Nuovamente tensioni a Niscemi dopo le immagini riprese da un giornalista free lance, Manolo Luppichini, da cui pare che all'interno della base del Muos, il sistema di comunicazioni satellitari della Marina militare degli Usa, ci siano operai al lavoro, nonostante la revoca delle autorizzazioni da parte del governo regionale.

Published in Brevissime
Giovedì, 14 Giugno 2012 16:25

Diaz. La parola alla difesa

ROMA - Il secondo collegio della quinta sezione della Corte di Cassazione, lo stesso che qualche settimana fa ha assolto Marcello Dell’Utri dal reato di concorso esterno in associazione mafiosa, per voce dell'avvocato Salvatore Salvemini  ha richiesto "l'annullamento con rinvio delle condanne" dei 25 agenti e funzionari di polizia accusati del pestaggio di 93 neoglobal  sorpresi nel sonno alla scuola Diaz di Genova nel luglio del 2001. 

Published in Cronaca
Mercoledì, 06 Giugno 2012 15:53

Troppa grazia signor ministro della difesa

GENOVA - Mi è capitato di ascoltare su RAI News un brano del discorso con cui il ministro della difesa ha salutato i carabinieri in occasione del centonovantottesimo dell’arma. Il ministro è un ammiraglio. Il fatto di non essere un tecnico non gli ha probabilmente consentito di essere, come è recente consuetudine, sobrio.

Published in Fatti & Opinioni

PERUGIA - «Siamo riusciti con quel voto di maggioranza al Senato ed alla Camera a scongiurare questa situazione e abbiamo oggi la certezza, visto che i numeri della nostra maggioranza alla Camera sono aumentati», ha spiegato Berlusconi dicendosi pronto a «continuare a fare le cose che il nostro programma prevedeva e che sono tutte indispensabili per uscire dalla crisi e ammodernare il Paese». «Sto bene e sono sereno - ha sottolineato il cavaliere - abbiamo avuto qualche difficoltà, come sapete, e le abbiamo superate anche perchè saremmo andati incontro ad una situazione molto grave per il Paese in un momento di crisi globale» che avrebbe «provocato dei danni a tutti quanti». Il premier è intervenuto telefonicamente ad un incontro della comunità di Amelia di don Gelmini.

Published in Politica

Cerca nel sito

300X300.jpg

Opinioni

Non solo coaching: da dove nascono le nostre scelte?

Come scegliamo? Una domanda semplice, ma la risposta come sarà? Altrettanto semplice?

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

La pensione statale forse è moribonda ed anche la regola del 4 per cento non sta…

La previdenza pubblica, la pensione statale, il celebre primo pilastro della previdenza individuale, minaccia sempre più di crollare, non tanto per un fallimento del nostro Paese quanto per la spinta...

Amerigo Rivieccio - avatar Amerigo Rivieccio

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011 Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077