Menu
Italia, primato negativo su comuni sciolti per infiltrazioni mafiose

Italia, primato negativo su comuni sciolti per infiltrazioni mafiose

ROMA - A quasi venticinque anni dalla legge 221 del...

Gli stranieri investono, anche se l’Italia attrae poco

Gli stranieri investono, anche se l’Italia attrae poco

VENEZIA - Nel 2014 gli Ide (Investimenti diretti esteri) in...

Istat: inverosimili i dati sulla fiducia dei consumatori

Istat: inverosimili i dati sulla fiducia dei consumatori

L'economia è ancora in crisi, ogni ottimismo è prematuro

Globe theatre. “Otello” di Carniti in prima assoluta dal 3 al 20 settembre

Globe theatre. “Otello” di Carniti in prima assoluta dal 3 al 20 settembre

ROMA - Dal 3 al 20 settembre ore 21.00 il Silvano...

Mafia capitale. Alfano, sciogliamo il municipio di Ostia

Mafia capitale. Alfano, sciogliamo il municipio di Ostia

ROMA - "Ho proposto lo scioglimento del X municipio di...

Roma brucia e si mette na pezza, sciogliendo il X Municipio della capitale

Roma brucia e si mette na pezza, sciogliendo il X Municipio della capitale

ROMA - “Ho proposto lo scioglimento del municipio X, quello...

La banca cinese centrale salva la borsa con 150 miliardi

La banca cinese centrale salva la borsa con 150 miliardi

PECHINO - Ancora una volta la Banca centrale cinese è...

Boom di tasse.  Le entrate tributarie cresciute del 38,6%

Boom di tasse. Le entrate tributarie cresciute del 38,6%

VENEZIA - Secondo l’Ufficio studi della CGIA, in questi ultimi...

Prev Next

Carcere e lavoro al femminile. Un fotoracconto da Rebibbia

Carcere e lavoro al femminile. Un fotoracconto da Rebibbia

ROMA - Un viaggio fotografico nel carcere di Rebibbia, sezione femminile. Per raccontare insieme alle detenute il significato del lavoro in un percorso di riabilitazione. Per dire che il lavoro non c’è e rivendicare il senso della propria esistenza attraverso un’occupazione vera che non sia solo un impiego di tipo domestico o  un apprendistato professionalizzante.


Tutto questo è possibile grazie ad un progetto di UPTER e UNICOOP TIRRENO*, portato avanti con passione e competenza da Antonella Di Girolamo, fotoreporter e insegnante. 10 macchine fotografiche finiscono in mano a 10 detenute e loro stesse diventano ‘fotografa e soggetto’ per narrare all’esterno la realtà lavorativa a Rebibbia femminile. Imparare ad utilizzare la camera fotografica diventa così un’opportunità di professionalizzazione e la possibilità di esprimere il proprio punto di vista in un luogo chiuso in cui sembra che l’orizzonte sia limitato. E le donne partecipanti dicono che dentro il mirino della macchina il mondo anziché essere limitato dai margini della foto diventa infinito attraverso la possibilità di esprimere l’originalità del proprio sguardo. Le ho seguite durante una giornata di studio e pratica; ragazze giovani, soprattutto, entusiaste di avere  una prospettiva nuova, ansiose di non perdere neanche un minuto e piene di dignità nel rivendicare, anche in carcere, il lavoro.

*Nei prossimi mesi l’esperienza verrà restituita attraverso la realizzazione di una Mostra fotografica e di un’Agenda.

Torna in alto
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin 
Redazione +39 393 5048930 
Società editrice ARTNEWS srl, via dei Pastini 114, 00186 Roma
P.IVA e C.F. 12082801007
tel 06.83800205 - fax 06.83800208