POLITICA

ROMA - Mr. B. si potrebbe definire un uomo ingordo di potere. Troppo concentrato su se stesso, e nel business di casa, non si reso conto che, come direbbe qualcuno, cresceva una serpe in seno: Gianfranco Fini. Sicuramente nelle sue fantasie non esisteva neppure l'evento Wikileaks, ne tanto meno era contemplata una stampa poco accondiscendente.

NAPOLI - Al via oggi a Napoli il nuovo movimento politico Popolari d'Italia domani (Pid), di ispirazione cattolica, pronto a sostenere il 14 dicembre il governo Berlusconi; un battesimo avvenuto con la telefonata del presidente del Consiglio che ha ringraziato i leader del partito (presidente è Calogero Mannino, segretario nazionale Saverio Romano) e i sostenitori «per il sostegno dato fino ad ora al Governo e per l'impegno che mi avete comunicato per il futuro nel quadro di un'alleanza organica con il Popolo della Libertà».

Venerdì, 03 Dicembre 2010 16:17

Popolo Viola. A Roma la prima Convention

Scritto da

ROMA - A distanza di un anno dal No-B-Day, domenica 5 dicembre, alle ore 10, si terrà la prima Convention del Popolo Viola presso il Teatro Vittoria di Roma.

Giovedì, 02 Dicembre 2010 17:53

WikiLeaks: Berlusconi non si fida dei suoi servizi segreti

Scritto da
ROMA - Un esponente dello stesso schieramento del premier ha confidato all'ambasciata americana a Roma che Silvio Berlusconi «crede che i servizi segreti italiani potrebbero avergli deliberatamente teso una trappola nel suo presunto 'affairè riguardante una minorenne». Lo si legge in un cablogramma partito dall'ambasciata americana in Italia dell'ottobre 2009 diffuso dal quotidiano britannico 'Guardian'. Nel file si legge che Berlusconi sarebbe stato convinto di non potersi fidare della sua stessa intelligence dopo il caso Marrazzo. Del caso Marrazzo parla anche il quotidiano spagnolo el Pais online che cita come autore della conversazione il presidente della Commissione Difesa del Senato Giampiero Cantoni. Durante il colloquio di Cantoni all'ambasciata americana, si legge nel file di WikiLeaks diffuso dal Guardian, «Berlusconi chiamò il senatore per riferirgli che era imminente l'arresto di quattro Carabinieri sospettati di ricattare il governatore del Lazio Marrazzo con un sex-tape». Nel file, l'ambasciata appunta che la storia di Marrazzo con un transessuale sarebbe «esplosa» sulla stampa pochi giorni dopo. Cantoni riferì al funzionario d'ambasciata che il caso Marrazzo «ha convinto Berlusconi che non si poteva fidare dei suoi servizi d'intelligence». In un'altra occasione, il 21 ottobre 2009, in una conversazione con l'ambasciatore Usa Thorne, il leader della Lega Umberto Bossi attribuì alla «criminalità organizzata» la probabile trappola tesa al presidente del Consiglio sugli scandali sessuali. «Ma nessuno - scrive l'ambasciata americana dopo i colloqui - nega che Berlusconi se l'è andata a cercare».(

ROMA - Dopo i comunicati top secret del dipartimento di Stato americano diffusi da Wikileaks che definivano Silvio Berlusconi un "inetto, vanitoso e incapace", interviene Hillary Clinton che per pacificare gli animi usa l'arma della lusinga ruffianesca.

Martedì, 30 Novembre 2010 20:22

Dipendenti Camera e Senato: minitaglio a stipendi e pensioni

Scritto da

ROMA - L'Ufficio di Presidenza della Camera dei deputati ha oggi approvato all'unanimità e con l'accordo di tutte le organizzazioni sindacali, una riforma del sistema pensionistico dei dipendenti basata su criteri restrittivi che comporta per il personale della Camera un significativo allungamento dei tempi per il pensionamento anticipato di anzianità. Si è altresì stabilito di applicare, a partire dal 1 gennaio 2011, le disposizioni in materia di tagli alle retribuzioni di importo più elevato, nonchè il blocco dei meccanismi di adeguamento degli stipendi del personale per il triennio 2011-2013, come previsto dal decreto legge n 78 del 2010.

Domenica, 28 Novembre 2010 10:59

Sondaggio shock per il Caimano: Pdl al 22,3%

Scritto da

ROMA – Secondo “Dagospia”, gli ultimi sondaggi sfornati da Alessandra Ghisleri (“Euromedia Research”), la sondaggista privata del Cavaliere, costituiscono un vero e proprio incubo per il berlusconismo. I dati non sono stati ovviamente diffusi ma, sempre secondo il sito di Roberto D’Agostino, darebbero il Pdl in caduta libera al 22,3%, con una flessione di più di due punti percentuali rispetto a sole tre settimane fa.

Cerca nel sito

300X300.jpg

Cultura

Opinioni

L’amaro frutto della Brexit

Nel mondo della finanza e delle grandi istituzioni bancarie cresce il turbinio di accuse incrociate contro chi sarebbe il primo responsabile di un’eventuale nuova crisi globale. Se fossero solo commenti...

Mario Lettieri  e Paolo Raimondi   - avatar Mario Lettieri e Paolo Raimondi

Il quarto livello delle mafie

Dopo il  fallito attentato dell’ Addaura del 21 giugno 1989, Giovanni Falcone affermò testualmente: "Ci troviamo di fronte a menti raffinatissime che tentano di orientare certe azioni della mafia. Esistono...

Vincenzo Musacchio - avatar Vincenzo Musacchio

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011 Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 393 5048930 Società editrice ARTNEWS srl, via dei Pastini 114, 00186 Roma P.IVA e C.F. 12082801007 tel 06.83800205 - fax 06.83800208