POLITICA
C.Alessandro Mauceri

C.Alessandro Mauceri

Giovedì, 17 Novembre 2016 19:03

La strage delle sigarette

“Il fumo di tabacco rappresenta la seconda causa di morte nel mondo e la principale causa di morte evitabile”. “L’abitudine al fumo (tabagismo) rappresenta uno dei più grandi problemi di sanità pubblica a livello mondiale ed è uno dei maggiori fattori di rischio nello sviluppo di patologie neoplastiche, cardiovascolari e respiratorie”.  A pronunciare queste parole non è una delle solite associazioni che da decenni lottano strenuamente contro il tabagismo. A parlare del fumo come di una delle principali cause di morte è il Ministero della Salute!

In Uganda il governo ha ordinato la chiusura di scuole elementari e asili per oltre 12mila bambini

Nel 2000 i leader mondiali  fissarono alcuni obiettivi da raggiungere entro il triennio successivo.

ROMA - Interessante discorso tenuto da Papa Francesco al Terzo incontro dei movimenti popolari che si è tenuto in Vaticano. Davanti a un folto pubblico in rappresentanza di decine e decine di movimenti e organizzazioni popolari provenienti da tutto il mondo, papa Bergoglio ha parlato, tra l’altro, di corruzione, di immigrazione, di diritto al lavoro e di…. banche. 

Sabato, 05 Novembre 2016 17:56

Africa. Inquinamento a quattro ruote

L’inquinamento prodotto dai trasporti è e rimane uno dei maggiori problemi a livello globale. A fronte di una crescita percentuale notevole di veicoli a emissioni ridotte, come i veicoli elettrici (che, è bene ricordarlo, NON sono a emissioni zero, come pure qualcuno si ostina a dire), la quantità di sostanze nocive per la salute emesse dai mezzi di trasporto continua ad aumentare. 

Dopo la visita del premier Renzi negli USA, tutti i media hanno parlato dei complimenti che i due leader (a pochi giorni uno dal trasloco dalla Casa Bianca, l’altro in attesa dei risultati del Referendum costituzionale) si sono scambiati.

Mentre in molti paesi (inclusi Stati Uniti d’America e Giappone) è ancora aperto il dibattito sulla pena di morte, dall’Africa arriva una buona notizia: il presidente del Kenia, Uhuru Kenyatta, ha commutato tutte le condanne a morte in attesa d’esecuzione in pene detentive a vita, applicando il “potere della misericordia” previsto dall'articolo 133 della Costituzione vigente nel paese (anche se va detto che da diversi decenni non venivano eseguite condanne a morte).

Fino a qualche anno fa, prima di andare a visitare un sito o un paese, il turista si documentava leggendo libri, sfogliando i depliant e guardando le immagini dei tour operetor. Oggi, in un mondo sempre più “selfie” e multimediale, questi sistemi sono diventati anacronistici e obsoleti. 

I due contendenti alla presidenza degli Stati Uniti d’America si sono incontrati in TV per la terza (ed ultima) volta. Duro, come sempre, lo scontro ma basato, più che su programmi e proposte, su attacchi personali, fatti presunti e indiscrezioni per screditare l’avversario agli occhi degli elettori. 

Martedì, 18 Ottobre 2016 13:55

Tubercolosi, un allarme sottovalutato

ROMA - Sono stati resi noti i risultati del rapporto sulla TBC, la tubercolosi, curato dall’OMS, l’Organizzazione Mondiale della Sanità. La tubercolosi è una malattia batterica antica e mortale che colpisce più comunemente i polmoni.

labo.jpg

Cerca nel sito

300x300.gif

300x300_canaletto_2.jpg

 

 

300x300.gif

Cultura

Opinioni

Non solo coaching: siamo ciò che impariamo?

Durante il percorso della vita accumuliamo esperienze, che vanno a riempire le pagine della nostra conoscenza. Fin dalla nascita, ma anche nel grembo materno, inizia il nostro percorso, che ci...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

La plastica: arte per i Beni Culturali

La plastica, uno dei flagelli del nostro tempo, merita di essere vista anche dall’altra parte della medaglia. Gli oggetti di plastica finalizzati al benessere dell’umanità sono innumerevoli, come pure i...

Luigi Campanella - avatar Luigi Campanella

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011 Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077