REFERENDUM

ROMA – Per tutta la campagna elettorale, i cittadini sono stati costretti a sentire persone, come Franco Battaglia, che asserivano che a Chernobyl si può andare a vivere benissimo, non essendoci alcun pericolo. Altri, come Chicco Testa, che ne cantavano le lodi perché è l’unica fonte di energia in grado di darci corrente a poco prezzo e far diminuire la nostra dipendenza dagli approvvigionamenti dall’estero. Naturalmente, i nuclearisti non parlavano mai del principale problema: quello delle scorie che, da solo, impedirebbe l’utilizzazione di una fonte così pericolosa e non smaltibile.

Published in Primo piano

ROMA – “Botta continua. Silvio apri la borsa” titola oggi “Libero”. “Ha vinto la paura”, invece, secondo “Il Giornale”. Nel primo, un editoriale del direttore Maurizio Belpietro fa notare come la sinistra abbia perfino sfruttato papa Ratzinger per vincere il referendum, dato che Benedetto XVI, in un suo discorso poco prima del voto, aveva rimarcato l’importanza dell’ambiente e delle risorse comuni alle popolazioni. Poi Belpietro si consola, con la sua inviata romana a piazza del Popolo, notando come a festeggiare in piazza ci siano pochissime persone: “Impressionante: non c’è nessuno” scrive l’attonita giornalista.

Published in Primo piano

ROMA – Che l’eccezionale risultato raggiunto dai referendari abbia un significato ampiamente politico ben pochi oggi possono negarlo, perché è lo stesso governo e il suo premier, oramai screditato non soltanto all’estero, che hanno fatto di tutto per sabotarlo, con mezzi tipici di questa destra. Con un provvedimento emesso soltanto poco prima del voto, Berlusconi ha cercato di truccare le carte, vedendo soprattutto nel quarto quesito (sul legittimo impedimento) una mina alla sua persona e alle sue vicende giudiziarie, che in qualsiasi altro Paese democratico gli avrebbero impedito di essere un primo ministro.

Published in Primo piano

ROMA - Al termine dello scrutinio  i pronostici ventilati subito dopo la chiusura dei seggi si sono materializzati. Conferma dopo conferma i numeri del quorum sono cominciati a salire fino a raggiungere il 57%. In alcuni comuni il risultato è stato sorprendente, come a Roma dove il 95% dei cittadini ha sbarrato il SI' su tutti i quattro quesiti referendari.

Published in Primo piano
Domenica, 12 Giugno 2011 21:01

Referendum. Alle 19 affluenza oltre il 30%

ROMA - L'affluenza alle 19 per i referendum su acqua, nucleare e legittimo impedimento ha superato il 30%. Lo rivela il Viminale, dove sono pervenuti i dati di circa la metà dei comuni italiani.

Published in Brevissime

ROMA -  Tensioni e polemiche questa mattina al seggio elettorale in via Giulia, nel centro di Roma. La giornalista Fiammetta Satta, con problemi di disabilità perchè affetta da sclerosi multipla, ha dovuto aspettare circa 40 minuti prima di votare ed è riuscita a farlo solo dopo l'intervento dei carabinieri.

Published in Cronaca
Domenica, 12 Giugno 2011 17:39

Referendum. Il Quorum batte in rete

ROMA - Dopo aver sponsorizzato l'astensione nei giorni scorsi e dopo essersi beccati anche le minacce di querela da parte di Beppe Grillo, il PDL ha avuto la solenne batosta questa mattina alle ore 12, quando il Ministero dell'Interno ha pubblicato il risultato di affluenza alle urne: 11,6%.

Published in Speciale Referendum

ROMA - Dalle otto di questa mattina si sono aperti i seggi sui quattro quesiti referendari abrogativi: due sull'acqua, uno sul nucleare e sul legittimo impedimento. Obiettivo principale è raggiungere l'agognato quorum, ovvero, tradotto in numeri significa che 25.209.345 dovranno recarsi alle urne. Oggi si potrà votare fino alle 22 mentre domani dalle 7 alle 15.

Published in Primo piano
Domenica, 12 Giugno 2011 15:07

Referendum. Alle 12 ha votato l'11,6%

ROMA - L'affluenza alle 12 per i referendum su acqua, nucleare e legittimo impedimento ha superato l'11,6%. Secondo i dati diffusi dal Viminale, l' affluenza negli 8.092 comuni scrutinati è stata dell'11,64% per il quesito sulla modalità di affidamento e gestione dei servizi pubblici locali di rilevanza economica; l'11,64% per il quesito sulla tariffa del servizio idrico integrato; l'11,63% per il quesito sul nucleare; l'11,63% sul legittimo impedimento.

Published in Brevissime

MESSINA - Due pericolosissimi reattori nucleari con una potenza di 194 MW a presidio del voto referendario dei napoletani. Da sabato 11 giugno sono approdate nel Golfo di Napoli le unità navali USA componenti il George H.W. Bush Carrier Strike Group, la task force navale salpata un mese fa dal porto di Norfolk (Virginia) e diretta dalla USS George H.W. Bush, l’ultima portaerei della classe “Nimitz”, una delle più grandi imbarcazioni militari mai costruite nella storia, 333 metri di lunghezza, 77 di larghezza e un peso di 104.000 tonnellate. I due reattori nucleari che consentono la propulsione della portaerei sono del tipo A4W (dove A sta per Aircraft Carrier Platform, 4 per quarta generazione e W per Westinghouse Electric, la società statunitense produttrice) e hanno un’autonomia di circa 20 anni.    

Published in Primo piano

Cerca nel sito

300X300.jpg

Opinioni

Non solo coaching: da dove nascono le nostre scelte?

Come scegliamo? Una domanda semplice, ma la risposta come sarà? Altrettanto semplice?

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

La pensione statale forse è moribonda ed anche la regola del 4 per cento non sta…

La previdenza pubblica, la pensione statale, il celebre primo pilastro della previdenza individuale, minaccia sempre più di crollare, non tanto per un fallimento del nostro Paese quanto per la spinta...

Amerigo Rivieccio - avatar Amerigo Rivieccio

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011 Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077