REFERENDUM

SAN FRANCISCO - Incidente di percorso al social media Twitter, dove "a causa di un errore" tecnico e' stato sospeso brevemente martedi' sera il profilo del creatore e fondatore, Jack Dorsey.

Published in Brevissime

BOLOGNA - 'Petaloso' spopola sui social network. La parola inventata da un bambino di terza elementare della scuola di Copparo (Ferrara), e che ha ricevuto il riconoscimento da parte dell'Accademia della Crusca, è stato per tutta la giornata in testa alle tendenze Twitter in Italia.

Published in Brevissime
Martedì, 23 Giugno 2015 18:56

Il web replica a Renzi: “A cazzaro”

Il Presidente del Consiglio Matteo Renzi ha inaugurato oggi  la nuovissima funivia Skyway Monte Bianco, alla presenza del Presidente della Regione Valle d'Aosta Augusto Rollandin. Subito dopo Renzi non ha mancato di condividere l’esperienza con il popolo del Web.

Published in Politica
Venerdì, 15 Maggio 2015 09:53

Renzi. L'Italia non può più perdere tempo

ROMA - "Pronti a discutere merito di tutto, con tutti, dalla scuola alla Pa. Ma dopo aver discusso, si decide. L'Italia non può più perdere tempo". Lo scrive su twitter Matteo Renzi.

Published in Brevissime

ROMA  - Twitter sta collaborando con le autorità per verificare l'attendibilità delle minacce lanciate online dai jihadisti dello Stato islamico (Isis) contro il fondatore del social media, Jack Dorsey, e i dipendenti dell'azienda, accusati di bloccare ripetutamente gli account degli islamisti.

Published in Brevissime

LOS ANGELES - La notte degli Oscar dello scorso anno è stata la più social di tutti i tempi. Il selfie in diretta postato dalla presentatrice Ellen DeGeneres insieme alle star di Hollywood, è stata l’immagine più ritwittata di sempre (oltre 3 milioni), battendo persino l’abbraccio tra Obama e Michelle in occasione della rielezione del Presidente nel 2012.

Published in Cinema & Teatro
Mercoledì, 11 Febbraio 2015 10:03

Twitter. I governi vogliono dati utenti

ROMA - I governi continuano a far richiesta a Twitter dei dati degli utenti iscritti a Twitter.

Published in Società

NEW YORK -  Attacco hacker agli account Twitter del New York Post e dell'agenzia di notizie Upi. L'attacco dei pirati informatici, precisa il quotidiano, non è durato molto e sta venendo analizzato. I tweet colpiti sono già stati  cancellati, ma i responsabili ancora non sono stati identificati.

Published in Brevissime

Il braccio di ferro tra gli Stati Uniti e i miliziani dell’Isis è sbarcato sul web. Sconosciuti hacker infatti hanno violato l’account Twitter del Centcom, da dove partono gli ordini per i soldati a stelle e strisce.

Published in Mondo

ROMA - «Solidarietà a Riina e Bagarella privati di un loro diritto. I traditori nelle istituzioni ci fanno più schifo dei mafiosi». E’ quanto scrive provocatoriamente su twitter Sabina Guzzanti, autrice del film 'La trattativa’. Poi aggiunge ancora in altre due tweet successivi: «Andate a vedere #latrattativa e capirete perché i traditori nelle istituzioni fanno più schifo dei mafiosi o perlomeno stanno alla pari». E ancora: «Le stragi sono state progettate all'interno delle istituzioni. I mandanti sono colpevoli quanto gli esecutori. #napolitano testimonia». Poi si schiera con Grillo a difesa dle rapper Fedez: «Fedez, Beppe Grillo. Se dici Napolitano vai a testimoniare è vilipendio? Bravo Fedez spero che tutti i giovani ti seguano. #statomafia».

Tweet quelli della Guzzanti che scatenano critiche a raffica sia da destra che da sinistra 

Matteo Orfini, presidente del Pd  su twitter replica: «La Guzzanti che esprime solidarietà a Riina dimostra che la crisi di una certa cultura 'di sinistra’ è ormai irreversibile». 

«Il tweet di Sabina Guzzanti sulla solidarietà a Riina e Bagarella è inqualificabile. Due boss privati di un diritto? Così si offende la memoria delle vittime di mafia, la democrazia, il senso dello Stato e quello delle istituzioni». Lo dice la deputata del Pd, Marietta Tidei. «Davvero un'uscita di cattivo gusto che deve essere condannata con fermezza e senza tentennamenti», aggiunge. «Guzzanti vuole legittimare due personaggi che hanno seminato morte e terrore nel nostro Paese e questo atteggiamento non può essere contemplato nell'esercizio della libertà di espressione», conclude Tidei.

Giuditta Pini, deputata Pd scrive: «Ma la Guzzanti che esprime solidarietà a Riina e Bagarella pensa di essere molto diversa da chi definiva mangano un eroe?».

Per Daniela Santanché la Guzzanti “si è bevuta il cervello”. Fabrizio Cicchitto (Ncd) sempre su Twitter scrive:  «Per fare pubblicità a un film in crisi di pubblico Sabina Guzzanti solidarizza con Riina. Complimenti!». 

Il deputato del Pd, Renzo Carella in una nota dichiara: «Sabina Guzzanti si è resa protagonista di uno show vergognoso: caliamo il sipario sulle sue farneticazioni. I capimafia Riina e Bagarella hanno attentato alla convivenza civile del nostro Paese e hanno spezzato la vita di decine di persone: altro che solidarietà, qui serve solo una condanna assoluta delle loro azioni scellerate».

«Già un paio di settimane fa, quando sono stata ospite del programma tv di Michele Santoro, a Servizio Pubblico, durante il suo monologo, mi era sembrata alquanto confusa. Oggi, a quella sensazione di confusione, Sabina Guzzanti ha aggiunto frasi gravissime e inaccettabili. Al limite del delirante. Questa non è satira e neppure provocazione. Solo mancanza di rispetto per tutte le famiglie che piangono le vittime di questi assassini. È ancora in tempo per chiedere scusa». Così Viviana Beccalossi, dirigente di Fratelli da Italia-Alleanza nazionale e assessore regionale della Lombardia, commenta il tweet di Sabina Guzzanti dopo il  'nò della Corte di Assise di Palermo alla presenza in videoconferenza dei boss mafiosi, imputati nel processo, all'audizione del presidente della Repubblica Giorgio Napolitano nell'ambito della Trattativa Stato-Mafia. 

Published in Politica
Pagina 1 di 4

Cerca nel sito

300X300.jpg

Opinioni

Negli “Esercizi di memoria” scopriamo chi ispirò Montalbano a Camilleri e molto …

Pirandello era fascista o antifascista? Dipende dai punti di vista.  Quando, nel dicembre 1936 morì nella sua casa romana, le ceneri vennero raccolte in un’anfora greca e depositata al cimitero...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Dall'Austria un allarme da non sottovalutare

Chiunque conosca la biografia di Hitler sa che il futuro Führer non era tedesco bensì austriaco e sa anche che se c'erano due paesi in cui l'antisemitismo la faceva da...

Roberto Bertoni - avatar Roberto Bertoni

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011 Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 393 5048930 Società editrice ARTNEWS srl, via dei Pastini 114, 00186 Roma P.IVA e C.F. 12082801007 tel 06.83800205 - fax 06.83800208