POLITICA

STRASBURGO - Il Parlamento Europeo, riunito oggi in plenaria a Strasburgo, ha deciso di non difendere i privilegi e le immunità dell'eurodeputato leghista Mario Borghezio, accusato di aver propagandato nell'aprile 2013, nel corso di un programma radiofonico, idee fondate sulla superiorità e sull'odio razziale o etnico, commentando la nomina del ministro dell'Integrazione Cécile Kyenge. 

Published in Politica

ROMA - “L’Italia non è un Paese razzista e nessuno nasce razzista”. A dirlo è il ministro dell’Integrazione Cecile Kyenge, sulla scia delle polemiche che trovano sfogo in particolar modo nelle pagine del quotidiano La Padania.

Published in Primo piano

 

ROMA - Il quotidiano leghista ‘La Padania’ ha sferrato un attacco “mascherato” nei confronti del ministro per l’integrazione Cècile Kyenge.  Infatti, alla pagina 14 del giornale, sotto la dicitura ‘Qui Cèecile Kyenge’, si può leggere l’elenco degli appuntamenti pubblici dell’esponente del governo.

Published in Primo piano

ROMA - In Italia i pregiudizi sono duri a morire e se poi ci metti un pizzico di ignoranza il danno è assicurato. A pagare le spese delle malelingue è ancora una volta il ministro per l’Integrazione Cécile Kyenge, la quale, come aveva promesso ha trascorso il 25 dicembre servendo il pranzo natalizio  con la sua famiglia  al Centro Astalli di Roma, ovvero una mensa per profughi gestita dai gesuiti.

Published in Fatti & Opinioni

Alfano propone Nobel per la pace all'isola siciliana

Published in Primo piano

ROMA - Bossi va alla guerra e mette l’elmo. Si aggira per festicciole paesane, “ riabilita” quei leghisti che Maroni aveva bandito, pensa ad un congresso in tempi  rapidi, ipotizza una nuova Lega . Oppure una costola della Lega che si muove  per proprio conto.

Published in Il corsivo di Puck

ROMA - “Fin da subito Maroni faccia appello ai militanti affinché cessino subito gli attacchi nei miei confronti. Questi episodi da parte della Lega li considero ormai intollerabili: persone che hanno idee diverse si devono confrontare su queste idee e non con sceneggiate come quella di ieri al Consiglio comunale di Cantù”.

Published in Primo piano
Giovedì, 18 Luglio 2013 16:00

Dimissioni Calderoli, non molliamo la presa

ROMA - Ci sembra giusto ringraziare le oltre 170 mila persone che, sin qui, hanno già firmato il nostro appello per chiedere le dimissioni di Calderoli. Un grazie va pure a Change.org che, per l’ennesima volta, ci ha consentito di dare forza ad una grande campagna civile. Calderoli ha annunciato che non si dimetterà, anche perché: “La maggioranza dei gruppi non lo ha chiesto..”, e questo la dice lunga sugli opportunismi e le omissioni di gruppi e movimenti, vecchi e nuovi. Non si tratta di questioni di dettaglio, ma di una grande questione civile.

Published in Fatti & Opinioni

ROMA - Il caso Kyenge è ormai scoppiato  e perfino le scuse lanciate ieri da Roberto Calderoli  suonano come l'ennesima presa in giro. Almeno per quegli italiani che credono ancora che la Carta Costitzionale  sia la base dei sani principi della democrazia.

Published in Cronaca
Pagina 1 di 2

labo.jpg

Cerca nel sito

WEB_300X300.jpg

Cultura

Opinioni

Un orto su Marte ci salverà

“Il mondo scientifico si sta preparando ad andare su Marte e in Italia si fa la guerra ai vaccini”. A dichiarare esplicitamente il paradosso è il responsabile del laboratorio di...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Restauro: intervenire sulla pietra rispettando le patine

E’ opportuno nelle nostre città ripulire ripetutamente le facciate dei palazzi ed i monumenti? La domanda sembrerebbe soggetta ad una ovvia risposta ma così non è. Ogni città ha un...

Luigi Campanella - avatar Luigi Campanella

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011 Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077