Menu
RSS
Teatro Manzoni. “Un amore”. Recensione

Teatro Manzoni. “Un amore”. Recensione

ROMA – Il libero adattamento di Carlo Alighiero di “Un...

Trump esclude stampa nemica da briefing. Media in rivolta

Trump esclude stampa nemica da briefing. Media in rivolta

WASHINGTON - Sale il tono dello scontro tra i media...

Paramentri di Maastricht: meno di 1 Paese du 2 li rispetta

Paramentri di Maastricht: meno di 1 Paese du 2 li rispetta

Secondo l’elaborazione effettuata dall’Ufficio studi della CGIA, tra i 28...

Journées du Livre Européen . A Parigi arriva “Sette storie per fare la cacca”

Journées du Livre Européen . A Parigi arriva “Sette storie per fare la cacca”

PARIS –Dans le cadre des Journées du Livre Européen et Méditerranéen. 

Teatro Marconi. “Per sempre malgrado tutto”. Recensione

Teatro Marconi. “Per sempre malgrado tutto”. Recensione

Un atto unico di settanta minuti che volano via veloci.Ognuno...

Corea del Nord: una scia di velenI

Corea del Nord: una scia di velenI

PYONGYANG - Arma favorita degli intrighi di corte del passato,...

Sciopero Alitalia. In otto anni il terzo fallimento. VIDEO

Sciopero Alitalia. In otto anni il terzo fallimento. VIDEO

L’Alitalia punta a ridurre nuovamente i costi e tagliare il...

Scissione PD: Emiliano, è anche rottura nei rapporti umani

Scissione PD: Emiliano, è anche rottura nei rapporti umani

ROMA - Si va via " normalmente per una somma...

Usa: Trump contro i transgender

Usa: Trump contro i transgender

Revocate le linee guida che consentono  di utilizzare i bagni...

Teatro Palladium. “Il pellicano”,  un mondo in frantumi. Recensione

Teatro Palladium. “Il pellicano”, un mondo in frantumi. Recensione

C’è qualcosa di sorprendentemente contemporaneo nella dimensione drammatica de Il...

Prev Next

Blog di Caterina Carbonardi

Mi chiamo Caterina Carbonardi e sono  Life & Business Coach – Associated Certified Coach presso La International Coaching Federation. PIU' INFO

Coaching Cafè

Non solo coaching: il premio dell’autenticità nelle relazioni

Nel primo approccio, durante qualsiasi tipo di incontro fra due persone, in generale si tende sempre a mostrare i lati migliori. Mi piace assimilare questo comportamento a quello dei pavoni nella fase del corteggiamento che, nell’intento di conquistare la propria amata, mostrano la ruota al meglio della loro performance. 

Leggi tutto...

Non solo Auguri: ogni anno i soliti nuovi propositi?

Siamo alle solite, in questo periodo iniziamo il bilancio di fine anno, che dodici mesi fà abbiamo analizzato in modalità coaching  e alla fine sia che questo bilancio sia positivo o meno, ci porta ad inesauribili liste di buoni propositi per il nuovo anno! 

Cosa c’è di male? Nulla di per sé, avere buoni propositi è sempre fondamentale per un buon inizio, incide meno bene quando trascorso l’anno, quello che avevamo in mente di fare non lo abbiamo fatto, ecco che ci sentiamo presi da una malinconia e da un calo inevitabile della nostra energia.

Proviamo allora a ricostruire il mosaico dell’anno passato osservando le situazioni dal punto di vista dei fatti e contenuti, non delle impressioni, del giudizio altrui o, peggio che mai, esercitando un auto-giudizio poco positivo: non sono stato capace! Sul tema del giudizio e della sua inutilità abbiamo fatto le nostre riflessioni già qualche mese fa.

Se all’inizio c’eravamo posti degli obiettivi, cosa ha inciso sulla loro realizzabilità? Avevamo fatto un’analisi della loro misurabilità? Avevamo stabilito delle priorità? Avevamo fatto un piano di azioni? Avevamo misurato i traguardi intermedi premiandoci ad ogni avanzamento? Ma soprattutto abbiamo compiuto le azioni e se no quali sono state le ragioni che non ce l’hanno permesso? Su cosa ho fatto affidamento ed è mancato? 

Magari ho semplicemente cambiato idea, ed ho scelto di fare atro.

Tutto questo serve ed ha l’unico scopo di generare un apprendimento e comprendere cosa può esserci utile in futuro e come porci nuovi obiettivi realizzabili e misurabili. 

Per far questo è bene accettare di passare attraverso esperienze meno positive, purché ci si soffermi a conoscerci meglio, ad ascoltare le nostre vere esigenze e capire cosa è davvero importante per noi, cosa ci motiva a desiderare in cambiamento. Allora cosa fare in questo inizio dell’anno? Tutto quello che vogliamo, come lo vogliamo ma con consapevolezza. 

Un nuovo obiettivo posto con maggiore conoscenza di sé non sarà fatto solo di buoni propositi ma da cosa, quando e soprattutto un perché forte. Un obiettivo sarà in cima alla lista delle priorità e faremo spazio nella nostra vita per realizzarlo, dedicando la giusta energia, se sentiremo per esso passione.

Rimanere focalizzati sull’obiettivo significa non perdere coraggio e cercare tutte le strade per arrivarci. Nulla di male nel rimanere aperto a nuove possibilità, poiché un anno è lungo e tante cose possono accadere, nuove alternative utili si possono presentare e sta a noi valutarne la consistenza: è davvero una nuova possibilità o una distrazione rispetto al mio obiettivo? La domanda apparentemente chiusa, apre la nostra riflessione ad una ampia analisi dei fatti. 

Se l’anno passato, porci  troppi obiettivi in parallelo hanno giocato contro la loro realizzabilità, proviamo quest’anno a fare un gioco nuovo, scegliamone uno, quello più importante o quello più semplice, ma che produca con le azioni il primo cambiamento, che sia quello che in sequenza scateni anche tutti gli altri, prenderemo forza dal vederne realizzato uno, e allora avremo forza anche per il secondo, generando così l’effetto Domino,  la reazione a catena che si genera quando un piccolo cambiamento produce un cambiamento successivo, e di seguito tutti gli altri che desideriamo. 

Il mio augurio, attraverso le parole di Stephen Littleword

“Libera in cielo i tuoi desideri
perché ad ogni ventata improvvisa tu te ne posa ricordare.
Libera in cielo le tue paure
perché con la sua profondità le mischi con le stelle
e le trasformi in nuovi punti di riferimento per crescere.
Libera in cielo i nomi delle persone che ami di più al mondo
perché un angelo custodisca il loro nome tra le cose più care.
Libera in cielo le tue speranze
perché diventino un faro per i giorni più bui.
Libera in cielo la tua luce,
che rischiari i tuoi passi nel cammino della vita.”

Auguri di Buon Anno Nuovo a tutti Voi, pieno di effetto domino a chi ne ha desiderio!

Leggi tutto...

Coaching: Quando tutto sembra andare a rotoli, salta in macchina e guida!

Ci sono momenti della vita in cui tutto sembra andare a rotoli, periodi in cui non solo un aspetto non va bene, ma tutti gli ambiti della nostra vita sembrano essere segnati da eventi che condizionano la nostra serenità parlo di progetti che vanno male, lavoro insoddisfacente, complicazioni in famiglia, amici che si allontanano, ecc.. insomma sembra che tutto sia contro di noi. E allora cosa fare?

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin 
Redazione +39 393 5048930 
Società editrice ARTNEWS srl, via dei Pastini 114, 00186 Roma
P.IVA e C.F. 12082801007
tel 06.83800205 - fax 06.83800208