Blog di Caterina Carbonardi

Mi chiamo Caterina Carbonardi e sono  Life & Business Coach – Associated Certified Coach presso La International Coaching Federation. PIU' INFO

Coaching Cafè

In una epoca in cui regna la frenesia, il caos e non mancano sollecitazione avverse, una virtù come la pazienza come può essere esercitata? Rimanere calmi di fronte ad eventi che hanno impatto, non sempre positivo, sulla nostra vita, può essere un vantaggio?

Nei progetti di Coaching aziendali, legati alla comunicazione efficace, uno degli argomenti ricorrenti è la gestione della negoziazione in una logica di soddisfazione reciproca: vinco io, vinci tu, vinciamo insieme. 

Ognuno di noi ha nel tempo consolidato un bagaglio di esperienze e consapevolezze su cui ha costruito le fondamenta dei valori personali. 

Il processo di coaching lo possiamo assimilare ad un viaggio di esplorazione verso una vetta che rappresenta il nostro obiettivo. Il percorso che ci porterà sulla vetta scelta ci porterà da uno stato di partenza ad uno stato di arrivo desiderato. 

Qualche tempo ho avuto una interessante chiacchierata con un mio Cliente, con un ruolo di management in una organizzazione del mondo Finance. Ha rivestito nella sua esperienza diversi ruoli nell’ambito dell’ICT. Ne è nata una interessante riflessione sul cambiamento del CIO delle grandi aziende e dei leader delle aree che erogano i servizi interni e strategici alle aree di business, che mi fa piacere condividere con Voi.

In un mondo in continua evoluzione, anche all’interno delle organizzazioni, si vive l’esigenza di innovare per esser maggiormente competitivi. Ma i cambiamenti di strategia, che conseguono dalla scelta di innovare, richiedono alle risorse aziendali soprattutto velocità nell’adattarsi e nell’attuare le modifiche richieste sia dei processi che dei ruoli.

Quando eventi come il recente terremoto scuotono la terra, la sensazione di precarietà scuote le nostre vite. Gli effetti devastanti di un sisma sono visibili a tutti attraverso le immagini di quello che rimane, attraverso il pianto e le urla della gente che lo vive in prima persona, anche per noi che lo viviamo di riflesso va toccare corde che normalmente sono sopite sotto il nostro vivere quotidiano. 

labo.jpg

Cerca nel sito

WEB_300X300.jpg

artemagazine.jpg

Opinioni

Morire come un insetto

La vita media nei paesi sviluppati si è allungata. Per quelli che vivono in Europa o negli Stati Uniti d’America o in Giappone, raggiungere la terza età e oltre è...

C.Alessandro Mauceri - avatar C.Alessandro Mauceri

Storia: Cinquant’anni fa l’offensiva del Tet

Nel gennaio del 1968 con l’attacco comunista al sud gli Usa capirono che la guerra in Vietnam non poteva essere vinta. “Il Vietnam è ancora dentro di noi. Ha creato dei...

Alessandro Ceccarelli - avatar Alessandro Ceccarelli

Passione animale

Stop al santuario per la riproduzione delle balene nell'Oceano Atlantico

Il Giappone vince ancora e il summit mondiale in Slovenia vota “no”. «È un’enorme delusione - spiega Kitty  Block di Humane Society International - hanno vinto nuovamente quelle nazioni con un...

Maria Grazia Filippi - avatar Maria Grazia Filippi

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011 Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077