Venerdì, 18 Novembre 2016 17:36

Nelle scuole del lazio arriva il kit 3D, educazione tutta al digitale

Scritto da

ROMA - “Dotiamo le scuole superiori del lazio del massimo della tecnologia disponibile oggi: stampanti 3D, scanner 3D, tablet ed un nuovo portale web dedicato a studenti e docenti”. E’ quanto si legge in una nota della Regione Lazio.


“Crediamo - continua la nota - nella crescita tecnologica e nella valorizzazione delle competenze digitali dei giovani: una chiave decisiva per rendere competitiva la nostra Regione nel mondo. Un investimento possibile grazie ai fondi europei. Ogni scuola avrà una stampante 3D, uno scanner 3D e complessivamente oltre 6mila tablet. Disponibile anche una la nuova piattaforma Scuolabook Network riservata a studenti e docenti con e-book (libri in formato digitale), modelli di stampa 3D pronti per essere stampati con le stampanti 3D date in dotazione e una libreria di risorse didattiche”.

iframe width="560" height="315" src="/https://www.youtube.com/embed/EoKFJ6f4-7w" frameborder="0" allowfullscreen>

Correlati

Cerca nel sito

300X300.jpg

Opinioni

Non solo coaching: da dove nascono le nostre scelte?

Come scegliamo? Una domanda semplice, ma la risposta come sarà? Altrettanto semplice?

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

La pensione statale forse è moribonda ed anche la regola del 4 per cento non sta…

La previdenza pubblica, la pensione statale, il celebre primo pilastro della previdenza individuale, minaccia sempre più di crollare, non tanto per un fallimento del nostro Paese quanto per la spinta...

Amerigo Rivieccio - avatar Amerigo Rivieccio

Passione animale

Stop al santuario per la riproduzione delle balene nell'Oceano Atlantico

Il Giappone vince ancora e il summit mondiale in Slovenia vota “no”. «È un’enorme delusione - spiega Kitty  Block di Humane Society International - hanno vinto nuovamente quelle nazioni con un...

Maria Grazia Filippi - avatar Maria Grazia Filippi

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011 Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077