Menu
Trump attacca Nato e avverte su Brexit: altri lasceranno la UE

Trump attacca Nato e avverte su Brexit: altri lasceranno la UE

ROMA  - E' quasi tutto pronto a Washington per il...

Ue: in corso contatti per evitare infrazione

Ue: in corso contatti per evitare infrazione

ROMA  - "Sono in corso in questi giorni contatti con...

Sala Umberto. “La Divina”. Recensione

Sala Umberto. “La Divina”. Recensione

ROMA – “La Divina”, satira della Commedia che vede il...

Il tentativo di “comprimere” i diritti dei cittadini

Il tentativo di “comprimere” i diritti dei cittadini

Quando si cita il termine “incomprimibile” di solito si pensa...

Migranti. Malta, con Haftar, rischio guerra civile

Migranti. Malta, con Haftar, rischio guerra civile

LA VALLETTA - Haftar, che può adesso contare sull'appoggio dei russi,...

Grandi imprese responsabili delle sofferenze bancarie

Grandi imprese responsabili delle sofferenze bancarie

Al 30 settembre 2016, ultimo dato disponibile, le sofferenze riferite...

Teatro de’ Servi. “Tutto per Lola”. Recensione

Teatro de’ Servi. “Tutto per Lola”. Recensione

ROMA - Al Teatro de’ Servi ha debuttato una commedia...

Migranti. Raddoppiati bimbi giunti soli via mare

Migranti. Raddoppiati bimbi giunti soli via mare

ROMA - E' piu' che raddoppiato il numero dei minori...

Fca, la procura di New York indaga sul caso emissioni

Fca, la procura di New York indaga sul caso emissioni

Marchionne nega che la Fiat Chrysler Automobiles abbia violato le...

Lotta all' evasione, nel 2016 incassati oltre 17 miliardi

Lotta all' evasione, nel 2016 incassati oltre 17 miliardi

ROMA - "Quanto abbiamo incassato nel 2016?

Prev Next

Record del debito studentesco negli Usa

Record  del debito studentesco negli Usa

Link: Non riconoscere il diritto allo studio è una scelta perciolosa

Notizia di oggi è il nuovo record raggiunto dall’ammontare dei debiti studenteschi negli stati uniti, che arriva a 1320 miliardi di dollari. 

ROMA - “I debiti contratti dagli studenti per pagare le costose università americane sono un vero fardello sulle loro vite quando essi si accingono ad entrare nel mondo del lavoro - afferma Alberto Campailla, portavoce di LINK - Coordinamento Universitario. Secondo le stime uno studente si trova in media con un debito di 35000 euro appena chiude i suoi studi. Ma non tutti i neolaureati hanno la possibilità di trovare lavoro usciti dall’università e quindi le percentuali di mancato rientro di tali somme sono elevate: ciò porta ad una costante crescita del debito studentesco con un tasso di ben 100 miliardi l’anno.”

“Le condizioni degli studenti americani - continua Campailla - sono molto difficili anche durante il percorso di studi: è stato evidenziato da numerosi articoli come essi rinuncino a tutto, persino a nutrirsi adeguatamente, pur di rimanere entro i limiti di spesa di cui dispongono. A ciò si aggiunge che anche le università pubbliche stanno alzando i loro costi, in ragione dei tagli subiti dalla spesa per istruzione nei diversi stati americani colpiti dalla crisi. L’evidenza data da queste notizie dovrebbe far riflettere profondamente sui modelli di sistema universitario che alle volte vengono proposti anche in Italia”

“Da un lato è possibile costruire un paragone tra l’aumento dei costi nelle università pubbliche americane e in quelle italiane, che hanno subito al pari delle statunitensi un forte taglio agli investimenti pubblici, dall’altro si evince come il sistema dei prestiti entri in aperta contraddizione con quello che è il diritto allo studio e come costituisca una pesante ipoteca sulle vite future degli studenti - aggiunge Campailla. Per questo rigettiamo le affermazioni di coloro che propongono il ‘prestito d’onore’ come possibilità per i meno abbienti di accedere agli studi. Non cediamo a questo inganno e non accettiamo che, mentre il diritto allo studio non viene adeguatamente finanziato, agli studenti sia richiesto di indebitarsi per studiare”

“Chiediamo invece - conclude Campailla - che sia fatta in Italia una politica seria per recuperare il calo delle immatricolazioni di questi anni. Gli Stati Uniti ci dimostrano come sia compito della società tutta prendersi in carico i costi dello studio degli studenti universitari, pena pagarne un prezzo molto alto in termini di ricadute sociali ed economiche” 

Ultima modifica ilMercoledì, 27 Aprile 2016 16:30
Torna in alto
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin 
Redazione +39 393 5048930 
Società editrice ARTNEWS srl, via dei Pastini 114, 00186 Roma
P.IVA e C.F. 12082801007
tel 06.83800205 - fax 06.83800208