Lunedì, 17 Gennaio 2011 10:23

Egitto. Uomo si da fuoco davanti al Parlamento

Scritto da

IL CAIRO - Il caro vita accresce le drammatiche azioni  di protesta che stanno interessando tutta la regione del Maghreb.

Oggi anche in Egitto un uomo, ora in gravissime condizioni, si è dato fuoco davanti al Parlamento del Popolo, dove inizialmente aveva tentato di accedere. L'autore del folle gesto di disperazione, originario dalla regione di Ismailia, sulla riva occidentale del Canale di Suez, era proprietario di un ristorante che recentemente è stato chiuso dalle autorità. A nulla sono valsi i tentativi dell'uomo per far riaprire il locale. Così ha deciso di recarsi al Cairo per far valere le sue ragioni recandosi direttamente all'Assemblea del popolo. Ma qui ha trovato le porte chiuse, infatti gli agenti lo hanno subito allontanato dall'edificio. L'uomo allora si è cosparso di benzina e si dato fuoco.
Si ripete così l'ennesimo gesto di disperazione  che colpisce quest'area africana. Ricordiamo che questa forma di protesta estrema iniziò in Tunisia, quando un ambulante,  Mohammed Bouaziz Samir, di soli 26 anni, si diede alle fiamme dopo che le autorità gli sequestrarono i suoi pochi mezzi di sussistenza. Un episodio che continua a ripetersi dettato da una condizione economica non più accettabile.

Correlati

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Opinioni

Capire l’economia. QCM attacca Bio-On. Cosa è successo?

Nei giorni scorsi la Bio-On, società bolognese operante nel settore delle bio plastiche, è stata messa nel centro del mirino da un fondo americano che l’accusa di aver mentito sui...

Amerigo Rivieccio - avatar Amerigo Rivieccio

Anakoinosis, un principio terapeutico contro il tumore

Ce ne parla la Prof.ssa Ghibelli dell'Università di Tor Vergata. Prospettive per uno sviluppo farmacologico

Alessandro Ambrosin - avatar Alessandro Ambrosin

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]