Mercoledì, 16 Aprile 2014 13:57

Sud Corea. Naufraga traghetto. 2 morti, 300 dispersi

Scritto da

SEOUL - Almeno due persone sono morte e circa trecento mancano ancora all'appello ad alcune ore dal naufragio di un traghetto - con a bordo centinaia di studenti in gita con la scuola - avvenuto nei pressi della costa meridionale della Cora del Sud. 

I soccorritori non hanno recuperato che 180 persone sulle 477 presenti a bordo, hanno indicato le autorità: un dato preoccupante, soprattutto in relazione al precedente annuncio del governo che segnalava che 368 persone erano state tratte in salvo. Il portavoce della guardia costiera ha dichiarato che il «bilancio ufficiale è di 180» superstiti e di non sapere «da dove provenga il numero di 368 fornito in precedenza».  La nave aveva a bordo 448 passeggeri, tra i quali 324 studenti e 14 professori accompagnatori, e 29 membri dell'equipaggio; trasportava inoltre 150 veicoli. Sono stati ritrovati due corpi: quello di una donna membro dell'equipaggio e quello di uno studente.  Foto trasmesse dalla televisione mostrano la nave inclinata con un'angolazione di 45 gradi, la prua in acqua, con intorno gli elicotteri. Nelle immagini si notano invece passeggeri terrorizzati con i giubbetti di salvataggio, che tentano di arrampicarsi sulle scialuppe. Altri si lanciano in acqua e i soccorritori si affannano a recuperarli.

Correlati

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Opinioni

Sinergie nella «Silicon Valley italiana». A Roma un nuovo «polo aggregativo» tr…

La Formazione Professionale incontra il mondo scolastico,  imprenditoriale, ecclesiale, sindacale e politico

Greta Crea - avatar Greta Crea

"Le parole ribelli" di Susi Ciolella. Recensione

Strofe precise che pesano come pietre ma che trasudano di grande umanità. Sono quelle di Susi Ciolella che esce con il suo secondo libro di poesie, dal titolo “Le parole ribelli”...

Sara De Leonardis - avatar Sara De Leonardis

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]