×

Attenzione

JFolder: :files: Il percorso non è una cartella. Percorso: /var/www/vhosts/dazebaonews.it/httpdocs/images/BBAA

×

Avviso

There was a problem rendering your image gallery. Please make sure that the folder you are using in the Simple Image Gallery Pro plugin tags exists and contains valid image files. The plugin could not locate the folder: images/BBAA

Giovedì, 12 Marzo 2015 21:09

Forum Internazionale Emancipazione ed Eguaglianza

Scritto da

I pensatori della sinistra si riuniscono a Buenos Aires

BUENOS AIRES (nostro inviato) - Una fila impressionante dalla Avenida 9 de Julio - una delle piú imponenti dell'America Latina – percorre centinaia di metri per arrivare allo storico teatro nazionale Cervantes, circondarne l'edificio e arrivare al suo ingresso.

Centinaia di giovani, da decine di paesi. In una Buenos Aires folgorante, estiva, brillante come ha saputo essere in diversi momenti della sua storia ma che aveva perso questa sua capacitá attrattiva, stordita da una della crisi piú cruente del progetto 'modello' del neoliberismo. Un'Argentina che era stata illusa dalla globalizzazione, dai Chicago boys e il mondo della finanza; poi rinata, dopo la scommessa progressista con Néstor Kirchner e grazie alla spinta di tanti gruppi e movimenti sociali.

Una fila per ascoltare alcuni dei pensatori della sinistra latinoamericana e mondiale, per mettere insieme le tante energie che pensano che il pianeta 'globalizzato' non sia il migliore dei mondi possibili, che crea disuguaglianze crescenti, sfinisce le risorse naturali e non trova utopie migliori che quelle del consumo dell'inutile e del superfluo. Per partecipare al Forum 'Emancipazione ed Eguaglianza' e fare il punto sul decennio delle conquiste, come ha definito gli ultimi anni la Presidente argentina Cristina Fernández Kirchner.

L'evento, organizzato dal Ministerio de Cultura de la Nación dell'Argentina, occuperá il teatro Cervantes e le strade della cultura di Buenos Aires dal 12 al 14 marzo. Vedrá intervenire Noam Chomsky (EE.UU.), Cuauhtémoc Cárdenas (México), Constanza Moreira (Uruguay), Emir Sader (Brasil), Piedad Córdoba (Colombia), Iñigo Errejón uno dei leader di Podemos dalla Spagna, Ignacio Ramonet (España), Álvaro García Linera il vicepresidente della Bolivia rivoluzionaria,  Axel Kiciloff il Ministro  argentino che si é opposto ai fondi avvoltoi, l'anziano teologo della Liberazione Leonardo Boff (Brasil), la leader studentesca passata in politica Camila Vallejo (Chile). Anche l'Italia ha un suo rappresentante, capaci di parlare al mondo, Gianni Vattimo.

Nell'introduzione all'evento sono intervenuti la Ministra della Cultura Teresa Parodi, la popolare cantautrice che dallo scorso dicembre integra il governo di Cristina, e Aníbal Fernández, Segretario generale della presidenza, che ha sottolineato come “la teoria economica dello sviluppo imposta ha portato dipendenza”, e che ora bisogna “applicare una politica policentrica”. Leonardo  Boff, in una conferenza previa ha criticato il ruolo degli Stati Uniti che si muovono nel tentativo di “ricolonizzare l'America latina e impedire l'emancipazione a tutti i livelli: culturale, politica de economica”; “un dio sociale grida giustizia, uguaglianza e emancipazione” .

GALLERIA FOTO

{gallery}BBAA{/gallery}

Correlati

Cerca nel sito

300X300.jpg

Opinioni

Non solo coaching: da dove nascono le nostre scelte?

Come scegliamo? Una domanda semplice, ma la risposta come sarà? Altrettanto semplice?

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

La pensione statale forse è moribonda ed anche la regola del 4 per cento non sta…

La previdenza pubblica, la pensione statale, il celebre primo pilastro della previdenza individuale, minaccia sempre più di crollare, non tanto per un fallimento del nostro Paese quanto per la spinta...

Amerigo Rivieccio - avatar Amerigo Rivieccio

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011 Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077