Mercoledì, 05 Agosto 2015 11:07

Cina:arrestati 7 cristiani,si erano opposti rimozione croce

Scritto da

PECHINO - Sette cristiani cinesi sono stati arrestati con l' accusa di appropriazione indebita ma i loro avvocati affermano che si tratta di una rappresaglia per essersi opposti alla rimozione di una croce dalla loro chiesa.

Le autorità' della provincia dello Zhejiang, nella Cina orientale, hanno ordinato a tutte le chiese di rimuovere le croci, affermando che si tratta di costruzioni illegali e pericolose. I protestanti sostengono invece che si tratta di un attacco alla liberta' religiosa. Secondo l' avvocato Chen Jiangang il pastore Bao Guohua, sua moglie e cinque fedeli della Holy Love Christian Church, che si trova nella città' di Jinhua, sono stati arrestati nel quadro di una "campagna di diffamazione". "Quello che sorprende e' che si tratta di una chiesa autorizzata dallo Stato, che l' ha riconosciuta nel 2008", ha aggiunto l' avvocato. La Costituzione cinese garantisce la libertà' di religione ma la costruzione di una chiesa deve essere approvata dalle autorità' statali. Le chiese protestanti spontanee si sono moltiplicate negli ultimi anni in Cina, in particolare nel sudest del paese.

 

Correlati

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Opinioni

Juno, l’elefante col cancro curato con l’elettrochemioterapia

Luigi Aurisicchio, presidente di Vitares, ci racconta un’esperienza veramente particolare. Nel 2017 ha partecipato a una spedizione scientifica in California, allo zoo di El Paso, con lo scopo di curare...

Erika Salvatori - avatar Erika Salvatori

A Bari nasce il CRM, Centro Regionale del mare, l’eccellenza dei nuovi laborator…

Lunedì 7 ottobre l’inaugurazione alla presenza delle cariche istituzionali della Regione e della Città  

BARI -  

 L’Arpa, Agenzia Regionale per la Prevenzione e la Protezione Ambientale di Bari, si pone...

Alessandro Ambrosin - avatar Alessandro Ambrosin

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]