Giovedì, 24 Settembre 2015 17:57

Usa. Bimba di 5 anni chiede aiuto al Papa per gli immigrati

Scritto da

WASHINGTON - Stanno ormai facendo il giro del mondo le immagini della bimba di 5 anni, che eludendo l’imponente barriera di sicurezza a protezione di Papa Francesco e  invitata dal pontefice stesso ad avvicinarsi, è i riuscita ad avvicinarlo e abbracciarlo.

E’ avvenuto mentre  Papa Francesco  passava tra la folla a Washington a bordo della papamobile, prima di celebrare la sua prima messa negli Stati Uniti. La piccola, figlia di immigrati ispanici, si chiama Sophie Cruz e  ha voluto chiedere a Bergoglio di agire  a sostegno degli immigrati,  aiutando per la legalizzazione di coloro che vivono negli Stati Uniti senza documenti. Sua madre, Zoyla,  ha raccontato: "Sono molto felice e orgogliosa. Ora Sofia è contenta perché ha realizzato il suo sogno. Desiderava incontrarlo, abbracciarlo e consegnargli la sua lettera"". ""Nella lettera - spiega - come figlia di immigrati ha voluto chiedere al Papa riforme per l'immigrazione, gli ha scritto che suo padre lavora molto, fa un lavoro pesante. Tutti gli immigrati lavorano e contribuiscono al bene del Paese e meritano una vita dignitosa". Insieme al messaggio,  la piccola ha dato al Papa anche un disegno in cui si vede Francesco che tiene per mano bambini di razze diverse.

Correlati

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Opinioni

Sinergie nella «Silicon Valley italiana». A Roma un nuovo «polo aggregativo» tr…

La Formazione Professionale incontra il mondo scolastico,  imprenditoriale, ecclesiale, sindacale e politico

Greta Crea - avatar Greta Crea

"Le parole ribelli" di Susi Ciolella. Recensione

Strofe precise che pesano come pietre ma che trasudano di grande umanità. Sono quelle di Susi Ciolella che esce con il suo secondo libro di poesie, dal titolo “Le parole ribelli”...

Sara De Leonardis - avatar Sara De Leonardis

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]