Venerdì, 10 Giugno 2011 19:11

Escherichia Coli. Germania alla ricerca del “batterio sperduto”

Scritto da

MILANO – Sembra inverosimile che la mitica Germania stia annaspando alla ricerca del “batterio sperduto”.


Oggi è trapelato un altro possibile colpevole, infatti l'attenzione è ora concentrata ai germogli di legumi (fagioli compressi) che dopo cetrioli spagnoli e germogli di soia, subiscono la nomea di untori, cioè diffusore del batterio-killer.
La notizia non è consolatoria in quanto l'uomo si nutre di almeno cinquanta varietà vegetali
L'unica prevenzione prospettata nel caso ipotizzato, è l'eliminazione della dieta mediterranea, cioè di verdure, legumi, olio d'oliva e derivati del latte. Una vera angoscia.
Gli annunci continui delle autorità tedesche stanno inflazionando il mondo scientifico e la leggendaria precisione germanica e al contempo disorientando l'opinione pubblica internazionale che è in attesa di riscontri veritieri e provati nella tutela delle salute del consumatore.


Il continuo divulgare notizie inesatte comporta gravi costi economici per coltivatori commercianti e consumatori.
Secondo l'ultimo bollettino delle autorità tedesche, le vittime del batterio killer è stazionario a 29
e specificano che si è sempre parlato di germoli di erba medica, lenticchie fagioli e fieno greco,  prodotti in un azienda agricola ad Amburgo attualmente chiusa. Al momento nell'azienda agricola risultano 3 contagiati.
Il portavoce precisa e accusa i medica per aver divulgato notizie false e inesatte senza base scientifica.
Al momento l'unione europea ha stanziato 210 milioni di euro, per gli allevatori colpiti, cifra ritenuta insufficiente per far fronte all'emergenza.
A farne le spese maggiori è la Spagna che registra un danno di cr 400 milioni di euro a causa dell'allarme divulgato dai tedeschi.
Intanto oggi la repubblica Federale pone fine allo stato di allerta che limitava il consumo di pomodori, cetrioli e verdure crude. Per evitare altri contagi verrà tenuto sotto controllo il consumo di germogli vegetali.

Correlati

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Opinioni

Juno, l’elefante col cancro curato con l’elettrochemioterapia

Luigi Aurisicchio, presidente di Vitares, ci racconta un’esperienza veramente particolare. Nel 2017 ha partecipato a una spedizione scientifica in California, allo zoo di El Paso, con lo scopo di curare...

Erika Salvatori - avatar Erika Salvatori

A Bari nasce il CRM, Centro Regionale del mare, l’eccellenza dei nuovi laborator…

Lunedì 7 ottobre l’inaugurazione alla presenza delle cariche istituzionali della Regione e della Città  

BARI -  

 L’Arpa, Agenzia Regionale per la Prevenzione e la Protezione Ambientale di Bari, si pone...

Alessandro Ambrosin - avatar Alessandro Ambrosin

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]