Venerdì, 29 Gennaio 2016 15:40

Dall'inizio dell'anno già 244 migranti morti in mare

Scritto da

IASTANBUL - Sono già 244 i migranti che hanno perso la vita nel Mediterraneo in meno di un mese dall'inizio del 2016. Lo ha detto oggi il portavoce dell'Organizzazione internazionale per le migrazioni (Oim), Joel Millman.

La maggior parte di loro, 218 persone, sono annegate nel tentativo di attraversare il mar Egeo per dirigersi dalla Turchia verso le coste greche, "aumentando a un tasso allarmante", mentre le altre sono morte sulla rotta che porta dalla Libia all'Italia. Secondo l'Oim i migranti sbarcati quest'anno in Grecia sono finora circa 55mila.

Secondo l'Oim, sempre dall'inizio dell'anno, un numero stimato di 55.528 migranti e rifugiati hanno attraversato il Mediterraneo per entrare in Europa. Il totale degli arrivi dal primo al 28 gennaio registra una media vicina ai 2mila al giorno, un dato simile a quello di due anni prima. La maggior parte dei migranti e rifugiati è giunta in Grecia (52.055) mentre 3.473 sono arrivati in Italia. Anche la maggioranza dei decessi in mare è stata registrata tra le persone che tentavano di giungere in Grecia (218 morti dall'inizio del 2016), mentre 26 persone sono decedute mentre tentavano di raggiungere l'Italia.   

Correlati

Cerca nel sito

300x300-picasso.gif

300x300haring.gif

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Opinioni

Intervista a Pier Francesco Geraci: Ratemeup il tool per valutare (bene) il tuo …

Come valutare se la vostra azienda sta sfruttando al massimo il potenziale del digital marketing? A rispondere è Pier Francesco Geraci, CEO di Traction, società leader nel performance marketing che lancia...

Giuseppe Giulio - avatar Giuseppe Giulio

Università Sapienza. Nasce Techne e la gestione diventa ISO 9001

Il Dipartimento di Chimica e Tecnologia del Farmaco, l’espressione di una eccellenza tra ricerca e didattica dal respiro internazionale 

Alessandro Ambrosin - avatar Alessandro Ambrosin

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]