Lunedì, 30 Maggio 2016 17:07

Lufthansa conferma di sospendere i voli per Caracas

Scritto da

ROMA - Lufthansa conferma di voler lasciare il Venezuela dal 18 giugno. Per mezzo di un comunicato, afferma di “aver terminato tutte le possibilità e i tentativi di manovra” e di aver prolungato al massimo questa decisione, il consiglio Direttivo ha deciso, dunque, di cessare le operazioni in maniera temporanea in Venezuela dal 18 giugno.

Lufthansa e le autorità del Venezuela si mantengono in stretto contatto, col il fine di poter tornare ad operare presto a Caracas e collegarla al resto del  mondo attraverso la sua rete di voli.

“Per adesso, non prevediamo la chiusura degli uffici principali a Caracas. Non ce ne andiamo dal paese. Vorremmo continuare a servire i nostri clienti del Venezuela”. Fonti della compagnia, hanno spiegato che le ragioni della decisione sono a seguito delle difficoltà economiche del Venezuela e all’impossibilità, per Lufhansa, di cambiare la moneta locale incassata per la vendita dei biglietti, a dollari per trasferirli fuori dal paese. Nello stesso tempo, sottolineano che la domanda di viaggi internazionali per Caracas ha registrato un nuovo calo in tutto il 2015 e primo trimestre 2016.

“Ci dispiace moltissimo che per queste ragioni ci vediamo costretti a sospendere il collegamento Caracas Francoforte”. I possessori di biglietti Lufthansa con data successiva al 18 giugno, verranno riprotetti su voli per Bogotá e Panamá.  Nonostante la sospensione dei voli per Caracas, Lufthansa manterrà il Venezuela sempre collegato alla sua rete mondiale via Francoforte, attraverso Avianca e Copa Airlines, entrambe alleate. Avianca effettuerà il volo da Bogotà a Caracas, mentre Copa da e per Ciudad de Panamá. Lufthansa inoltre sta operando, dal 2 marzo, un nuovo servizio da Francoforte per Ciudad de Panamá per migliorare le connessioni da e per Caracas con Copa Airlines.

Roberto Simeone

Corrispondente da Buenos Aires

Correlati

labo.jpg

Cerca nel sito

300x300.gif

300x300_canaletto_2.jpg

 

 

300x300.gif

Opinioni

Un’ora d’aria, anzi di Musica. Il lavoro dei grandi compositori entra in carcere…

Il Coro Gesualdo a Rebibbia: “l’uomo non nasce “stonato” va semplicemente “ri-accordato”, affrancato e confortato” Sono le ore dieci e trenta di un venerdì qualsiasi e alla Casa di Reclusione di...

Paolo De Matthaeis - avatar Paolo De Matthaeis

Non solo coaching: siamo ciò che impariamo?

Durante il percorso della vita accumuliamo esperienze, che vanno a riempire le pagine della nostra conoscenza. Fin dalla nascita, ma anche nel grembo materno, inizia il nostro percorso, che ci...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011 Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077