Domenica, 05 Giugno 2016 19:18

Referendum Svizzera, reddito di cittadinanza bocciato

Scritto da

GINEVRA - Netta bocciatura in Svizzera per il "reddito di base incondizionato", una sorte di reddito di cittadinanza che doveva assicurare 2.250 euro al mese a ogni cittadino svizzero o a chi risiedesse regolarmente nel Paese da almeno cinque anni.

Nel referendum il no ha prevalso con il 76,9%. La proposta, avanzata da un gruppo indipendente che prevedeva un reddito di 2500 franchi svizzeri (circa 2250 euro) per gli adulti e di 625 franchi (560 euro) per i minorenni, e' stata boccata in tutti i cantoni elvetici mentre per passare avrebbe avuto bisogno di una doppia maggioranza, dei votanti e dei cantoni. L'idea era stata lanciata dal proprietario del Caffe' Basilea Daniel Haeni anche per aiutare che fa lavori non retribuiti o mal pagati. In Svizzera il reddito medio e' di circa 6700 franchi (5860 euro). Coloro che lavorano e guadagnano una cifra minore avrebbero avuto un'integrazione, ai disoccupati invece sarebbe andato l'intero importo. Secondo la proposta il reddito sarebbe stato incondizionato e non tassato e avrebbe sostituito i vari strumenti di welfare attivi nel Paese. La proposta nasceva dalla constatazione che in Svizzera si perdono sempre piu' posti di lavoro a causa dell'automazione dei diversi settori produttivi. Non solo: sempre secondo i promotori, una percentuale significativa di persone svolge un lavoro non riconosciuto e non pagato, come la cura dei bambini o di parenti malati o anziani. Ad appoggiarla tra i partiti c'era solo qualche voce isolata nella sinistra rosso-verde, contrarie le forze di destra e di centro. Il governo di Berna si era subito dichiarato contrario e aveva stimato un conto federale salatissimo, 25 miliardi di franchi. Molti osservatori avevano fatto notare che un reddito di cittadinanza cosi' alto avrebbe disincentivato il lavoro delle donne e messo in pericolo la meritocrazia.

Correlati

Cerca nel sito

300X300.jpg

Opinioni

Non solo coaching: da dove nascono le nostre scelte?

Come scegliamo? Una domanda semplice, ma la risposta come sarà? Altrettanto semplice?

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

La pensione statale forse è moribonda ed anche la regola del 4 per cento non sta…

La previdenza pubblica, la pensione statale, il celebre primo pilastro della previdenza individuale, minaccia sempre più di crollare, non tanto per un fallimento del nostro Paese quanto per la spinta...

Amerigo Rivieccio - avatar Amerigo Rivieccio

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011 Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077