Giovedì, 07 Luglio 2016 15:56

Migranti: picchiati in Libia perché 'neri', anche da bambini

Scritto da

RAGUSA - Atti di violenza legati al razzismo fatti commettere anche a bambini che picchiano chi ha la pelle nera.

Avviene in capannoni della Libia dove vengono fatti entrare quelli che i trafficanti di uomini chiamano i migranti 'black black' in attesa del viaggio della speranza facendoli colpire con calci e pugni anche da bambini di sei-sette anni che vengono addestrati alla violenza. E' quanto emerso dalle indagini della Polizia di Stato sull'ultimo sbarco di migranti avvenuto a Pozzallo che ha portato al fermo di quattro scafisti, compreso, per la prima volta anche un giovane del Bangladesh. Alla squadra mobile della Questura di Ragusa che hanno sentito i migranti con l'aiuto di intermediari culturali, le stesse vittime dell'aggressione, tutti centro africani, non hanno saputo fornire un movente se non quello legato a una violenza generata soltanto dal colore della loro pelle.

Correlati

Cerca nel sito

300X300-MICHELANGELO - artemagazine.jpg

LAB.jpg

ITC.jpg

Opinioni

Arpa Puglia potenzia la sede di Taranto. Inaugurati i nuovi laboratori

Arpa Puglia potenzia la sede di Taranto. Inaugurati i nuovi laboratori

L’edificio sarà anche sede del Polo di Specializzazione Microinquinanti di Arpa Puglia, eccellenza nella determinazione dei composti organici persistenti (POP), e in particolar modo di PCB, diossine e IPA, in...

Greta Crea - avatar Greta Crea

Immacolata Del Prete, una pittrice dalla sorprendente forza espressiva

Immacolata Del Prete, una pittrice dalla sorprendente forza espressiva

Da Cardito nella Terra dei Fuochi un'artista unica che utilizza intense dinamiche cromatiche per intraprendere un profondo scavo psicologico

Alessandro Spadoni - avatar Alessandro Spadoni

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]