Lunedì, 15 Maggio 2017 09:58

Algeria contro i crimini del colonialismo francese

Scritto da

ALGERI  - In una conferenza stampa tenutasi ieri a Tizi-Ouzou , nell'Algeria orientale, il deputato ed ex leader del partito Raggruppamento per la cultura e la democrazia (Rcd), Nordine Ait-Hamouda, ha affermato di "essere contrario a chiedere alla Francia di scusarsi per i suoi crimini in Algeria".

Secondo il politico, "le autorita' algerine dovrebbero formulare una legge esplicita che criminalizza il colonialismo". Parlando alla stampa locale Ait-Hamouda ha anche rivelato la sua partecipazione alle prossime date elettorali, incluse le elezioni presidenziali del 2019. "Non saro' alleato nell'attuale parlamento, in cui abbiamo due seggi, con i partiti dell'opposizione, specialmente quelli tradizionali e che dominano il fronte politico nella regione della Cabilia, considerando che il discorso sull'istituzione di un nuovo partito politico e' attualmente prematuro". Lo scorso mese di febbraio, l'allora candidato alla presidenza francese Emmanuel Macron, poi eletto all'Eliseo, aveva richiamato le responsabilita' di Parigi sul dossier della colonizzazione. "La colonizzazione - aveva detto Macron all'emittente algerina "Echorouk" - e' stata un crimine contro l'umanita', una vera barbarie, parte di un passato che dobbiamo guardare in faccia presentando le nostre scuse alle vittime".  

Correlati

Cerca nel sito

300X300.jpg

Opinioni

La Magia del Coaching e l’Expecto Patronum!

Facendo seguito ad una serie di considerazioni lette sulle riviste, fatte da alcuni personaggi del mondo dello spettacolo, indicative di tanta confusione sul contesto del coaching, colgo questa occasione come...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

Alda Merini. La straordinaria avventura del Bacchelli, un vitalizio meritato

 Alda Merini si è spenta, a settantotto anni, il primo novembre 2009. Ha avuto funerali di Stato con camera ardente in Duomo. La sua tomba è nel cimitero monumentale di...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011 Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077