Giovedì, 25 Maggio 2017 13:08

Venezuela: a Caracas ancora protesta e repressione

Scritto da

CARACAS  - Ancora una volta, una protesta convocata dall'opposizione venezuelana a Caracas e' stata impedita dalle forze di sicurezza, che hanno bloccato i cortei che si dirigevano verso la sede del Consiglio nazionale elettorale (Cne) e caricato i manifestanti, lasciando decine di feriti.

Lo scopo della manifestazione, infatti, era quello di consegnare ai responsabili del Cne un documento nel quale si respinge la proposta di una Assemblea costituente lanciata dal presidente Nicolas Maduro e si chiede la convocazione di un referendum sulla necessita' di una riforma costituzionale. Gia' prima di essere partiti dai diversi punti di concentrazione, pero', i gruppi di manifestanti sono stati circondati da unita' antisommossa della Guardia nazionale, che in determinate zone dell'est di Caracas, in particolare El Paraiso, erano attive dal primo mattino: i bambini di una scuola locale sono stati evacuati dopo che le nuvole di lacrimogeni hanno invaso il cortile durante la ricreazione. La repressione e' stata particolarmente forte nella zona di Bello Monte, dove i feriti si contano a decine. Fra di loro, almeno un ragazzo colpito di striscio da uno sparo di arma da fuoco e un deputato oppositore, Jose' Brito, raggiunto a una gamba da una granata di gas lacrimogeni. 

Correlati

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Opinioni

Sinergie nella «Silicon Valley italiana». A Roma un nuovo «polo aggregativo» tr…

La Formazione Professionale incontra il mondo scolastico,  imprenditoriale, ecclesiale, sindacale e politico

Greta Crea - avatar Greta Crea

"Le parole ribelli" di Susi Ciolella. Recensione

Strofe precise che pesano come pietre ma che trasudano di grande umanità. Sono quelle di Susi Ciolella che esce con il suo secondo libro di poesie, dal titolo “Le parole ribelli”...

Sara De Leonardis - avatar Sara De Leonardis

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]